Costantini (Sea): «Malpensa pronta ad accogliere i vaccini Covid»

malpensa vaccini cargo costantini

MALPENSA – Il Terminal 2 è chiuso, il Terminal 1 è tristemente semivuoto, ma alla Cargo city di Malpensa si lavora a pieno regime. Qui i volumi sono tornati a crescere e a ottobre hanno raggiunto i livelli pre-Covid. E ora si sta preparando per accogliere il futuro traffico dei vaccini.

L’arrivo dei vaccini

Malpensa nel 2021 potrebbe giocare un ruolo fondamentale nel contenimento della pandemia, diventando il principale hub del Sud Europa per l’arrivo e la distribuzione dei vaccini. «Siamo pronti», dice Giovanni Costantini, senior cargo manager Sea. «Malpensa ha tutti i requisiti e le dotazioni per la gestione dei farmaci, dunque anche dei vaccini, durante il loro transito in aeroporto. I magazzini della nostra Cargo city sono attrezzati con aree di stoccaggio dedicate ai farmaci a temperatura controllata da +15 a -20 gradi centigradi per un totale di quasi 4.000 metri quadrati. I vaccini che viaggiano a meno 80 gradi saranno predisposti in contenitori dedicati che manterranno la temperatura per tutto il volo, e successivamente stoccati nelle celle a meno 20 gradi, dove la dispersione termica minima consentirà di conservarli per il tempo necessario. Lo scalo è quindi già pronto anche per la distribuzione dei vaccini, è può diventare un’ottima base logistica per la distribuzione in tutta Italia e per il Sud Europa».

Il cargo torna a crescere

Nel frattempo, dopo i periodi bui di marzo e aprile, il settore merci a Malpensa ora non conosce crisi. Spiega Costantini: «Il cargo ha dimostrato di essere molto resiliente durante la pandemia: il solo mese di ottobre, per la prima volta quest’anno, riporta un indicatore positivo (+1,7%) e l’andamento di novembre lascia ben sperare per un risultato ancor più positivo».

Malpensa, il cargo cresce (+1,7%). E Dhl apre il volo diretto su Cincinnati

malpensa vaccini cargo costantini – MALPENSA24