Open Day: l’Ardor fa scuola

ardor

BUSTO ARSIZIO – Ardor, dal latino fuoco, passione. C’è chi pensa alle prime squadre, indirizzando tutte o quasi le proprie risorse in tal senso, ma c’è – fortunatamente – anche chi investe sui giovani, pensando al loro futuro. A Busto Arsizio l’Ardor del presidente Sandro Meravaglia sta facendo scuola, dando l’esempio coi fatti e coi numeri, aldilà della categoria di militanza. Sebbene la società del quartiere di S. Edoardo stia collaborando con la Varesina – società legata all’Inter, al momento leader nel territorio, ma zavorrata dal partecipare a campionati dilettantistici – dal quartier generale di via Bergamo filtrano segnali importanti. All’ASSB della neo presidentessa Cinzia Ghisellini il compito di fare da punto di riferimento (lo psicologo dello sport Alessandro Lavazza, fra i dirigenti ardorini più attivi, sarebbe un perfetto trait d’union).

Qui Ardor

Torna l’ormai classico appuntamento con l’OPEN DAY dell’Ardor Busto, società che coi suoi 300 iscritti rappresenta una delle realtà più solide e in redita del calcio bustocco. Nelle giornate del 3 e 4 luglio sul campo di via Bergamo 12 si alterneranno senza sosta allenamenti e partite per tutti i ragazzi Ardor e anche per chi vuole avere un nuovo contatto con la società di Sant’Edoardo. Spazio ai “piccoli amici” nati dal 2016 in poi.. così come ai più grandi, visto che domenica 4 luglio le porte si apriranno per Giovanissimi e Allievi nati tra il 2006 e il 2008. Il tutto con tanti allenatori sul campo, in un ambiente sereno e dai forti contenuti sia sportivi che educativi. Per contatto e adesioni occorre fare riferimento a Claudio al 335.628.5705 o Alessandro al 335.535.7886 o alla mail info@ardorbusto.it. Obbligatorio il certificato medico in corso di validità a partire dai 6 anni compiuti.

L’Antoniana chiama Busto e si allea con la Pro Patria: i tigrotti del futuro

Open Day Ardor Busto Pro Patria –  MALPENSA 24