Pirola intima lo stop: “E’ un gioco al massacro”. Uyba verso la quarantena?

BUSTO ARSIZIO – Subito dopo il comunicato della Unet e-work Busto Arsizio, in merito al rinvio della partita prevista per domenica 1 novembre alla e-work Arena contro la E’ più Casalmaggiore è arrivato attraverso i canali ufficiali della società di via Maderna il commento a caldo di patron Giuseppe Pirola. Uno sfogo, giustificatissimo, quello del presidentissimo biancorosso, che mette in rilievo da un lato le “falle” del sistema, dall’altro l’umanità di una persona preoccupata in primis di tutelare la salute delle atlete. Parole non banali quelle del Diablo, ma perfettamente comprensibili da chi ha a cuore la squadra.

Giuseppe Pirola: “Fermo tutto!”

“E’ un momento delicatissimo. La nostra attenzione, come sempre, è rivolta prima alla salute delle atlete e poi all’attività agonistica sportiva. Il voler forzare il rientro alla gara sta diventando un gioco al massacro: porto l’esempio della trasferta di Perugia, per la quale siamo partiti senza i risultati del test molecolare per poter giocare a tutti i costi.
In attesa dei nuovi esiti dei tamponi sto valutando seriamente di fermare tutta la squadra per un nuovo periodo di quarantena, in modo da cercare di debellare definitivamente il virus dal gruppo. Sto ponderando la decisione, che potrebbe avere anche un caro prezzo, scegliendo di non giocare qualche partita. Aggiungo inoltre che in questi lunghi periodi di difficoltà, anche economica, il governo non ci ha aiutato prima e non ci aiuterà neanche adesso: legge del credito d’imposta senza decreti attuativi e fondo perduto risibile. Concludo in ogni caso dicendo: prima di tutto la salute delle mie atlete!”

To be continued…

Uyba e il Covid. Leonardi: “Ripartiremo, insieme”

uyba pirola massacro – MALPENSA24