Piscina Manara, la provocazione: la Coppa di Busto in dono a Parabiago

BUSTO ARSIZIO – L’oro c’è, la coppa pure, ma manca la cosa più importante: la piscina. Ritorniamo sulla complicatissima situazione che sta vivendo la Busto Nuoto (e non solo pensando alla diaspora in massa a Legnano di tutti i big del maestro Gianni Leoni), reduce dal trionfo ai Campionati Assoluti di Sincro.
La società del presidente Renato Borroni, che nel 2023 festeggerà il 25esimo di fondazione, sta vivendo un incubo targato Busto Arsizio. A scanso di equivoci, non ci stiamo riferendo al titolo venduto dal Busto 81 al Varese, al bando del “Carletto Reguzzoni” o al “parcheggio” dello stadio Speroni: stavolta parliamo della piscina Manara, il fiore all’occhiello della città, che dal 24 ottobre 2020 è off limits, a seguito dell’emergenza Covid e della procedura di concordato preventivo cui è stata ammessa la Sport Management.

Il presidente Borroni a… nuoto libero

“E’ un pasticcio che Palazzo Gilardoni si porta dietro, con altri scheletri, dal 2015, quando per appianare le perdite di Agesp sulla gestione della Piscina Manara, l’impianto natatorio – allora ad un passo dal diventare un Centro Federale d’eccellenza – fu invece assegnato tramite bando (a vincerlo fu ovviamente la Sport Management). Una mancanza di coraggio e di prospettiva, di cui solo oggi la Busto Politica, dopo aver essersi fatta bella con le imprese della pallanuoto, se ne sta rendendo conto, nonostante i tanti malumori inascoltati. Ma a pagare, come sempre, sono quelli che non hanno colpe: i nuotatori e le nostre sincronette”.

La provocazione: la coppa di Busto a Parabiago

La società del presidente Borroni ha deciso di donare la coppa appena conquistata al sindaco di Parabiago Raffaele Cucchi, al presidente del Rugby Parabiago 1948 Marco Marazzini e l’Au di Amga Sport Igor Piovesan, che hanno messo a loro disposizioni gli spazi per l’allenamento delle atlete.
“Non è solo una provocazione verso chi, allora come oggi, ha badato al proprio orticello, senza avere una visione lungimirante, ma è un sincero ringraziamento a chi ci sta permettendo di andare faticosamente e costosamente avanti.”.

Busto Nuoto sincro, l’oro agli Assoluti c’è. La piscina no

L’email… e il silenzio del Comune

“Il 14 marzo ho inviato una pec al Sindaco e all’Assessore allo Sport per chiedere un semplice incontro per provare a trovare una soluzione a questa situazione. Alla richiesta, regolarmente protocollata in Comune e inviata per conoscenza anche all’ASSB (Associazione Società Sportive Bustesi), non ho ancora ricevuto alcuna risposta”.

Il sopralluogo e la soluzione

“Al sopralluogo alla Manara dello scorso gennaio non siamo stati ovviamente inviati, ma se il Comune vuole davvero ascoltarci, prima che tutte le eccellenze della città vadano lontano da Busto, abbiamo pronta una possibile soluzione, sempre che si voglia realmente affrontare il problema. L‘immobilismo ci ha portato sino a qui: ora bisogna capire se Busto vuole provare a dare una vasca ai propri nuotatori o preferisce rinunciare in partenza“.

Amga riporta Legnano nell’olimpo del nuoto grazie alla vasca coperta da 50 m

Busto Nuoto Manara Parabiago – MALPENSA 24