Provincia, Antonelli: «Magrini punto di riferimento». Ma resta senza deleghe

antonelli magrini provincia

VARESE – Ufficializzate le deleghe ai consiglieri provinciali. Confermate anche le indiscrezioni: Marco Magrini resta fuori. Con una motivazione del presidente della Provincia Emanuele Antonelli piuttosto curiosa: «Ha preferito non assumere deleghe per agevolare la turnazione di materie che conosce ormai alla perfezione».

Le deleghe

La carica di vicepresidente è stata assegnata ad Alberto Barcaro, che seguirà anche la Protezione civile, il Nucleo Faunistico e la Sicurezza.

Le altre deleghe sono così distribuite:

Sergio Ghiringhelli: Attività produttive, Accordi di programma, strade e Viabilità; Evelin Calderana: Trasporti e Stazione unica appaltante; Emanuela Quintiglio: Cultura, Turismo, Sport e Rapporti istituzionali; Luca Panzeri Territorio; Simone Longhini: Inclusione sociale, Istruzione e formazione e Politiche del lavoro; Mattia Premazzi Bilancio, Partecipate e Patrimonio; Enrico Vettori: Edilizia Scolastica; Marco Colombo: Ambiente, Servizio idrico integrato e Piste ciclabili.

Pausa di riflessione per Magrini

«Il Consigliere Marco Magrini in questo mandato ha preferito non assumere deleghe per agevolare la turnazione di materie che conosce ormai alla perfezione e per il suo assiduo impegno come componente dell’Unità di crisi Covid di Regione. Rimarrà sempre un punto di riferimento per noi per la sua grande esperienza e competenza – spiega il Presidente Emanuele Antonelli, che aggiunge – Auguro a tutti i consiglieri buon lavoro. Sono ottimista su quello che sarà il loro operato perché già dalle prime avvisaglie stanno dimostrando di essere interessati ad operare per il bene della Provincia. Dal canto mio, come già fatto con i precedenti consiglieri, condividerò tutto il possibile per il bene dei cittadini».

LEGGI ANCHE: