LO.SCALCIO DEL CIUCCIO: “Bella Viola, ma ottimo Napoli”

scalcio del ciuccio

Antonio Iovene 

Riprende finalmente il campionato, con il mercato ancora ad impazzare negli ultimi giorni di agosto. Gli azzurri, con assente il neo acquisto Lozano, hanno fatto visita alla Viola fresca di cambio di proprietà e con tante novità in campo e molte motivazioni addosso; diciamo subito che è stata una bellissima partita, miglior spot per l’inizio di questa nuova annata, nonostante qualche episodio di dubbia interpretazione.
Nella prima mezz’ora di gara i padroni di casa erano scatenati e hanno meritato il vantaggio realizzando su rigore dopo 10 minuti dal nuovo acquisto Pulgar per fallo di mano dì Zielinsky. Gli uomini di Montella avrebbero potuto anche raddoppiare ma con il passare dei minuti l’intensità che avevano è andata a calare fino al pareggio improvviso inventato da Mertens con un fantastico tiro a giro. Pochi minuti e rigore per il Napoli che il capitano Insigne realizza chiudendo il primo tempo in vantaggio 2-1.
Nella ripresa dopo nemmeno 10 minuti nuovo pareggio viola con Milenkovic su calcio d’angolo che sovrastava Koulibaly. Il Napoli non si perde d’animo e con una splendida azione corale, chiusa da un diagonale di Callejon, torna in vantaggio. Sembrava potesse essere il colpo del ko ma Montella chiamava in causa l’artiglieria pesante, inserendo prima Boateng e poi Ribery. Ed era proprio il primo che in diagonale ha infilato Meret sul palo pareggiando i conti. Partita finita? Manco per idea perché su ripartenza ospite Mertens ha suggerito per Callejon che crossando in mezzo dove Insigne di testa infilava il 3-4.
C’era ancora il tempo per un fallo su Ribery iniziato fuori area ma non fischiato da Massa fino al triplice fischio che sanciva la vittoria ospite. Iniziò migliore non si poteva chiedere, da sistemare un po’ la difesa e la condizione di qualche uomo a centrocampo ma le premesse sono più che buone. Comunque complimenti alla Viola, mai doma e sempre pronta a ripartire; non è la squadra di fino scorso anno e darà molto filo da torcere alle altre squadre.
Ora sotto con il primo big match di sabato prossimo a Torino.

Scalcio del ciuccio Malpensa24