Sesto Calende, esonda il Ticino. Ora il fiume fa paura

legambiente ticino inquinamento

SESTO CALENDE – I sestesi questa mattina, 7 novembre, si sono svegliati trovando la sorpresa annunciata. Il fiume ha rotto gli argini e il Ticino ha invaso il camminamento pedonale di viale Italia. «Siamo a 244 centimetri ed entro un’ora è previsto un ulteriore innalzamento di quattro centimetri», spiega il comandante della polizia locale Monica Mastriani.

Il fiume si alza di 3 centimetri all’ora

Il livello dell’acqua a Sesto Calende viene costantemente monitorato dall’amministrazione comunale che questa mattina ha deciso di chiudere il lungofiume. Si stima infatti che il fiume dovrebbe alzarsi di circa tre centimetri all’ora. Soltanto questa notte il lago Maggiore è cresciuto di 40 centimetri. Nei punti strategici del centro storico sono già state posizionate le passerelle che verranno montate non appena la tracimazione del Ticino lo renderà necessario per raggiungere le abitazioni e le attività commerciali più vicine al fiume.

Nel video il vicesindaco Giovanni Buzzi spiega come Sesto Calende si prepara ad affrontare l’emergenza.

sesto esondazione ticino – MALPENSA24