Non solo Blaze Bailey. All’Opera Rock metal, prog e tribute band

opera rock band

JERAGO – The Bulldogs, Da zero a Liga, High Voltage e il festival dello Studio Woodstock. Sono queste le proposte delle prossime settimane all’Opera Rock Café di Jerago, dove domenica 18 novembre si esibirà anche Blaze Bailey, cantante degli Iron Maiden tra il 1994 e il 1999. Il locale, diventato nel giro di pochi anni un punto di riferimento per gli amanti della musica dal vivo, è gestito da Claudio Conversi, che negli Anni Ottanta diresse a Milano locali storici come l’Odissea 2001 e il Rolling Stone.

Lo Studio Woodstock festeggia quindici anni

Nella seconda metà di novembre sul palco dell’Opera Rock si alterneranno, come sempre, formazioni emergenti, artisti affermati e tribute band per un altro mese da vivere all’insegna della buona musica e, soprattutto, del rock. Venerdì 16 saliranno sul palco The Bulldogs, cover band che coniuga tecnica, potenza e passione in un repertorio tra prog e heavy metal che spazia dai Dream Theater ai Mr. Big, dagli Iron Maiden ai Judas Priest, passando per Helloween, Angra, Malmsteen, Queensryche, Scorpions e altri ancora. Sabato 17 sarà il turno dei Da zero a Liga, band di cinque amici accomunati dall’immensa passione per Luciano Ligabue. La formazione lombarda, nata con la volontà di proporre un tributo che si avvicini il più possibile all’originale, rievocherà nel suo show le esibizioni dal vivo del rocker di Correggio. Se domenica 18 sarà protagonista Blaze Bayley, cantante che sostituì Bruce Dickinson negli Iron Maiden, il weekend successivo sarà dedicato al festival dello Studio Woodstock. Sala prove e studio di registrazione di Varese che ha visto nascere tanti gruppi e tanti progetti, dal 23 al 25 novembre festeggerà quindici anni di attività con una tre giorni ricca di ospiti e musica live. Venerdì 30 gli High Voltage proporrano uno show esplosivo ed energico da ascoltare e vedere. La band propone dal 2009 i migliori successi degli Ac/Dc, una delle formazioni più importanti nella storia dell’hard rock. Sarà riservata particolare attenzione al repertorio tra l’uscita dell’album “Back in Black” fino a “Rock or Bust”, senza tralasciare le famose hit che hanno reso celebre la band australiana negli Anni Settanta.

opera rock band – MALPENSA24