Degrado in stazione, Insieme per Sesto: «Parcheggio e sottopassi abbandonati»

sesto rossi minoranza stazione

SESTO CALENDE – Stop al degrado in stazione a Sesto Calende: se la città vuole essere moderna, turistica e sostenibile, deve necessariamente investire sulle infrastrutture. Insieme per Sesto lo sostiene dai tempi della campagna elettorale, quando aveva incontrato gli amministratori del territorio per capire come dalla collaborazione fra enti locali e Rfi si possa arrivare ad una riqualificazione delle stazioni. A distanza di due mesi, dai banchi della minoranza, chiede conto alla giunta di Giovanni Buzzi quali siano le iniziative in merito. Preso atto che non solo l’edificio ferroviario in sé, quanto parcheggio e percorsi di accesso, siano caratterizzati da «stato di abbandono e incuria».

Investire sulle infrastrutture

I progetti dell’amministrazione sestese sulla stazione sono al centro di un’interpellanza che sarà presentata domani sera 30 luglio in consiglio comunale dal gruppo guidato da Giancarlo Rossi. I tre consiglieri di Insieme per Sesto prendono atto, che, al momento, non ci sono proposte di intervento rispetto alla riqualificazione della stazione, o almeno non sono note. Ma richiamano ancora una volta – con immagini piuttosto eloquenti – ad uno stato di abbandono che la stazione di Sesto, «per la sua importanza nel sistema della mobilità territoriale, in relazione al trasporto non solo ferroviario ma anche intermodale grazie alla posizione geografica della città», non può avere. L’utenza è vasta e varia: si va ovviamente da pendolari e studenti sestesi e non, che utilizzano il parcheggio delle auto, ai turisti italiani e stranieri. Parte dei passeggeri raggiunge poi la stazione con biciclette e motocicli: «pratica che potrebbe essere incentivata con opportuni interventi infrastrutturali».

Disagi per l’utenza

Si fa menzione anche del parcheggio che, a causa delle recenti e intense pioggia, si trova «in condizioni di scarsa agibilità con grave disagio per l’utenza». Per questo Rossi, Roberto Caielli e Floriana Tollini chiedono al sindaco e all’assessore delegato le intenzioni dell’amministrazione su «lavori di manutenzione del parcheggio a nord della stazione, con particolare riguardo al problema del drenaggio dell’acqua piovana, oltre che della riqualificazione di illuminazione, posizionamento di rastrelliere portabiciclette e di stalli coperti per i motocicli». Passando poi ai contatti intrapresi con Rfi e a livello istituzionale per una riqualificazione complessiva dell’edificio e dei sottopassi: passaggi necessari perché  «la stazione deve tornare ad essere “un bel posto dove stare”, come avviene nelle migliori città italiane ed europee», come Insieme per Sesto sosteneva già ai tempi del confronto con i sindaci

LEGGI ANCHE:

sesto rossi minoranza stazione – MALPENSA24