Fagnano, Moltrasi rompe il silenzio e attacca: «Alla visibilità preferisco i fatti»

fagnano gabriele moltrasi assessore

FAGNANO OLONA – Gabriele Moltrasi, in questo primo scorcio di mandato amministrativo è stato certamente l’assessore più sotto pressione. Ma anche il più combattivo nel difendere le scelte dell’amministrazione in ambito lavori pubblici, il settore per il quale ha le deleghe. E i primi due consigli comunali per lui sono stati come uno “stress test”. Durante i quali ha incassato (colpi) anche più del dovuto. Ora però l’assessore di Forza Italia risponde alle tante sollecitazioni, o meglio, come le definisce lui, “provocazioni”, su tutta una serie di problematiche: dai lavori nelle scuole agli interventi di manutenzione in paese. Gabriele Moltrasi, spiega, attacca la precedente amministrazione, chiedendo in maniera polemica «come mai certe opere che all’improvviso ritengono urgenti non le abbiano realizzate nei cinque anni a disposizione» e le attuali minoranze, non tutte, «ossessionate da una sterile ricerca di visibilità». E lo fa con una nota ufficiale che riportiamo qui sotto.

Perché non l’hanno fatto prima?

Primo, la scuola dell’infanzia Giovanni Paolo II di via Liserta soffre di problemi strutturali che causano il raggiungimento di temperature assurde e invivibili; a differenza degli altri plessi scolastici, dove a giugno può far caldo, ma nei limiti della normalità. Secondo, in più di cinque anni le passate amministrazioni non sono mai intervenute per risolvere il problema, che evidentemente non era percepito come urgente. Al mio arrivo ho trovato solo un preventivo, tra l’altro inadeguato a risolvere tutte le necessità della struttura, delegato a Geasc e poi lasciato in un cassetto. Terzo fatto, dopo accurate valutazioni progettuali, grazie a un eccellente lavoro di équipe tra assessorato, ufficio tecnico e sindaco, la presente amministrazione risolverà il problema in pochi mesi.

Scuole al fresco a settembre

Altro mito da sfatare è il fatto che le mie dichiarazioni sull’iter da seguire siano state smentite. Casomai sono state smentite le parole che qualche consigliere di minoranza ha cercato di attribuirmi in merito a fantomatici “lavori bloccati”. Come si può bloccare qualcosa che non è mai partito? L’esatto contrario: è con noi che finalmente si sbloccano interventi che il comune attende da ormai troppo tempo. Al condizionamento della piccola sezione estiva, prevista per il mese di luglio, si è potuto procedere con immediatezza con un dispositivo mobile (da me suggerito), mentre, come anticipato, per il condizionamento delle aule il risultato sarà portato a casa a settembre, comunque prima della ripresa delle lezioni, evitando quindi qualsiasi disagio per alunni e personale scolastico. Vi saranno poi altri interventi volti a migliorare ulteriormente la vivibilità del plesso nel periodo estivo, che saranno ultimati nei mesi a venire: piantumazione di nuovi alberi, installazione di una vela per fare ombra nel cortile, allargamento della mensa con climatizzazione della stessa (quest’ultimo ad onor del vero già previsto dalla convenzione con Il Gigante in via di ufficializzazione).

Le patate bollenti

È innegabile che mi sia trovato tra le mani anche patate bollenti, progetti ereditati, a volte importanti come la palestra di via Venegoni, che necessitano di essere rimaneggiati un minimo per risultare davvero funzionali, a fronte dell’ingente costo che avranno. La maggior parte dei lavori però procede speditissima. La sincronia trovata con i responsabili degli uffici comunali è ottima, i frutti non tarderanno ad arrivare. I messaggi di ringraziamento da parte di molti cittadini sono la conferma di una solerzia ritrovata da parte di chi si prende cura del paese.

Abbiamo riservato grandi attenzioni per tutti i plessi scolastici: oltre alle controsoffittature delle scuole Orrù e Fermi (già programmate e sulle quali siamo riusciti a risparmiare alcuni fondi), i bambini delle Rodari di Bergoro al loro rientro troveranno la nuova pavimentazione antincendio e servizi a seduta. Stiamo inoltre progettando soluzioni per l’allargamento della mensa e il recupero di spazi didattici, nonché l’adeguamento della viabilità in vista della costruzione del parcheggio scolastico in via Gorizia. Entro l’anno prossimo le scuole Orrù verranno dotate di una piattaforma elevatrice per permettere l’accesso al piano superiore anche agli alunni diversamente abili. Entro ottobre doteremo l’aula magna delle scuole Enrico Fermi di un impianto audio-video ammodernato, risparmiando sui costi preventivati dalla precedente amministrazione. In collaborazione con Geasc il Fantanido verrà dotato di un impianto caldaie del tutto rinnovato.

Tutti i lavori sull’agenda dell’assessore

Fagnano ha la fortuna di avere tante aree verdi, credo sia sotto gli occhi di tutti una cura più attenta dei parchi principali. Nei prossimi mesi cercheremo di migliorare anche il decoro delle singole vie e delle aree più isolate. Faremo interventi di manutenzione straordinaria sulla pista d’atletica e il campo da calcio e sostituiremo la pavimentazione del campo da basket ora in asfalto con la più sicura resina, i tabelloni sono appena stati rinnovati.

A questi interventi se ne aggiungono altri in cantiere, riguardanti ambiti specifici come il centro sportivo Galfrascoli, la palestra comunale, i residenti dell’ultimo tratto di via Zara e via Mascagni, i rapporti con la società ALFA e gli interventi d’urgenza  nelle giornate di siccità, l’imbiancatura della biblioteca, il rifacimento dei marciapiedi di via Battisti, via Vittorio Emanuele, via Solferino, Piazza Gramsci, interventi migliorativi della Caserma dei Carabinieri, la ripresa dei lavori della costiola di San Martino, la già prevista sostituzione di tutta l’illuminazione pubblica con impianti a LED, l’estensione della fibra ottica per garantire una migliore videosorveglianza. E siamo solo al secondo mese.

LEGGI ANCHE:

fagnano moltrasi silenzio attacca – MALPENSA24