Un 25 Aprile a Busto per unire: scuole e Anpi protagoniste con il Comune

BUSTO ARSIZIO – È iniziato con la conferenza degli Amici di Angioletto e di Anpi sul tema della pace, il calendario delle celebrazioni del 25 aprile, Festa della Liberazione, a Busto Arsizio. In programma diverse iniziative a cura delle scuole che accompagneranno la giornata istituzionale di giovedì 25 aprile, in cui sulle pareti del Tempio Civico verrà affissa “La Preghiera del Ribelle” del partigiano cattolico, Beato Teresio Olivelli, e ci sarà l’orazione ufficiale del professor Antonio Maria Orecchia, docente di storia contemporanea all’Università dell’Insubria.

La pacificazione ai Molini Marzoli

Ha preso il via venerdì 19 aprile, il calendario delle iniziative organizzate dall’amministrazione comunale, in collaborazione con le associazioni del territorio e con il Tavolo delle scuole “La storia ci appartiene”, per celebrare il 79° anniversario della Liberazione. In Sala Tramogge ai Molini Marzoli si è tenuta la conferenza dal titolo ”Tikkum Olam rammendare il mondo – responsabilità, giustizia, pace” a cui sono intervenuti Rossana Ottolenghi (erede della testimonianza di Becky Behar, superstite della strage di Meina) e Maite Billerberck (pronipote di Hans Roehwer, ufficiale delle SS che ha dato l’ordine della strage) e sono state proiettate sequenze del docufilm Even, a cura della Casa della Resistenza di Fondotoce, con gli interventi di Daniela Dana, presidente dell’Associazione Figli della Shoah e di Gianni Galli della Casa della Resistenza di Fondotoce. Un evento organizzato da Associazione Amici di Angioletto e ANPI con l’appoggio del Comitato Socicoop Busto Arsizio- Cassano Magnago, alla presenza dei ragazzi delle scuole cittadine.

Il programma delle iniziative

Martedì 23 aprile alle 10 nella Sala Ali della Libertà in piazza Trento e Trieste è in programma la proiezione del documentario “La città invisibile: Busto Arsizio città resistente” prodotto da un gruppo di studenti dell’Istituto Fiorini – Pantani con l’obiettivo di riepilogare e diffondere la storia della Resistenza e della guerra di liberazione nazionale a livello locale.

Mercoledì 24 aprile alle 10 in Sala Tramogge dei Molini Marzoli è previsto l’incontro “24 aprile 2024” con il presidente di ANPI Busto Liberto Losa e con il direttore del Museo della macchina da scrivere Umberto di Donato: l’evento è a cura dell’Istituto Tommaseo.

Mercoledì 24 aprile alle 13 a Palazzo di Giustizia è in agenda il tradizionale omaggio al magistrato Cosimo Orrù, con la deposizione di una corona presso la lapide dedicata.

Giovedì 25 aprile alle 9.30 al Tempio Civico di Sant’Anna sono previste la deposizione di una corona e la Santa Messa, celebrata da monsignor Severino Pagani. Al termine della celebrazione, su proposta del Raggruppamento Divisioni Patrioti Alfredo Di Dio- FIVL sarà affissa sulle pareti del tempio “La Preghiera del Ribelle“, scritta dal S.Ten., M.O.V.M., Martire e Beato, Teresio Olivelli, una testimonianza di grande importanza per la Resistenza cattolica dei “Ribelli per Amore”. Alle 10.30 in piazza Trento e Trieste si svolgeranno l’alzabandiera e la deposizione della corona al Monumento ai Caduti, a seguire il corteo con la banda Borsound 1919 che raggiungerà via Fratelli d’Italia, dove è in programma la deposizione della corona al Monumento alla Resistenza e Deportazione. Dopo i saluti istituzionali, sul sagrato del tempio civico il Prof. Antonio Maria Orecchia, professore associato di Storia contemporanea dell’Università degli Studi dell’Insubria, proporrà una riflessione sul tema “Il 25 aprile nel cantiere della memoria: la sopravvivenza nel ricordo e il tempo della pacificazione”.

busto arsizio 25 aprile – MALPENSA24