Uyba, i numeri del botteghino: c’è chi viene da Roma e chi resta a casa

BUSTO ARSIZIO – L’amore supera ogni ostacolo. Frase usata e abusata, ma che rende merito alla passione di Gabriele Pacifico per i colori della Unet e-work Busto Arsizio. Dopo oltre sette mesi di chiusura al pubblico, il Palasport bustocco di viale Gabardi, appena ribattezzato e-work Arena, ha riaperto la scorsa domenica i suoi battenti per la supersfida fra le farfalle e le campionesse della Imoco Conegliano. E il nostro Gabriele, trentacinquenne supertifoso romano, si è fatto mille e duecento chilometri per essere presente alla “premiere” casalinga, nonostante il pronostico scontato: “Sapevamo tutti che la partita sarebbe stata proibitiva, ma ho voluto comunque esserci perché avevo una grande voglia di rivedere i miei amici dopo questo lungo stop forzato dovuto alla pandemia. E a dispetto della sconfitta, delle mascherine e del distanziamento, è stato meraviglioso come al solito!”

Un amore da lontano

“Ho scoperto il mondo Uyba qualche hanno fa, quasi per caso, seguendo Valentina Diouf: ed è stato amore a prima vista. Tutto il mondo Uyba è davvero di una disponibilità eccezionale: dai tifosi, alle giocatrici, ai tecnici a chi lavora dietro le quinte come Enzo Barbaro, Giorgio Ferrario, Milvia Testa ed Elena Colombo. Da allora, ogni volta che mi è possibile, non perdo l’occasione di venire a Busto, dove ho avuto la fortuna di conoscere gli Amici delle Farfalle, un gruppo incredibile. Anche se distante, mi sono tesserato con loro e la mia passione è cresciuta sempre più. Sono stato due volte ai ritiri di Chiavenna, ma l’emozione più grande l’ho provata partecipando alla finale di Coppa Cev con l’Alba Blaj

Da 1 a 430 ma non 700

La società di patron Pirola ha sempre avuto un gran pubblico, numeroso e fidelizzato. I numeri sia di abbonati che di paganti sono sempre stati tra i più alti nel panorama del volley femminile. La pandemia però ha cambiato tutto, anche le certezze più assodate e scontate. La Uyba, la prima società a lanciare un’iniziativa (Uyba1000) volta a riaprire il palazzetto a un numero limitato di persone, nella gara con Conegliano ha infatti registrato un numero in controtendenza: “solo” 430 spettatori, sui 700 posti disponibili.

Disaffezione???

Tanti possono essere i motivi di questa scarsa affluenza, o se non altro di questa affluenza al di sotto delle aspettative, soprattutto in relazione ai mille abbonamenti “prenotati” in fase di prevendita: il timore di assembramenti e l’annessa paura Covid hanno sicuramente (e in parte legittimamente) recitato un ruolo importante, probabilmente il principale; forse ad incidere sui bassi numeri del botteghino (seppur in linea con molti altri palasport della medesima categoria) si è messa anche la previsione di una sconfitta netta o comunque di una partita con poca storia; aggiungiamoci anche la trasmissione in chiaro e free sui canali della Legavolley e lo strano orario di gioco, in concomitanza peraltro con l’esordio in campionato della Pro Patria (seppur in trasferta). Tante insomma possono essere le ragioni e le attenuanti per spiegare dei numeri del genere, compresa la rivoluzione estiva di una rosa che era entrata nel cuore della gente (Herbots su tutte), che aveva fatto sognare (con Orro e Lowe) e che avrebbe potuto  ancora fare sognare, ma – al netto di tutto ciò – l’esempio di Gabriele, giunto dalla Capitale dopo 615 km e sei ore di viaggio in auto, deve essere da sprone per tutti i tifosi biancorossi a stringersi ancora di più attorno alle farfalle.

Road to… Trentino: prevendita attiva

Con tutte queste premesse, le farfalle di coach Fenoglio giocheranno domenica la seconda partita consecutiva tra le mura amiche di viale Gabardi. Il 4 ottobre (ore 17) a Busto farà tappa la Delta Despar Trentino, capeggiata dalle ex Vittoria Piani, Maria Luisa Cumino e Silvia Fondriest. Le tridentine, neopromosse e (Cumino a parte) con la stessa squadra che ha dominato la A2, arrivano a Busto da prime della classe, con due vittorie in altrettanti match. Per la Uyba, che per la prima volta in stagione potrebbe presentarsi al completo con Jordyn Poulter, sarà fondamentale sbloccare lo zero in classifica. Ragion per cui le farfalle avranno più che mai bisogno del calore di tutti i 700 tifosi possibili. Al riguardo è già attiva la prevendita dei biglietti per la partita (con disponibilità appunto fino a 700 posti a sedere distanziati): parterre 25 euro, primo anello 15. Tagliandi disponibili sul circuito vivaticket o al Bar Savoia di Busto Arsizio.

Uyba-Conegliano 0-3: Egonu taglia il nastro alla e-work Arena di Busto

Uyba roma busto – MALPENSA24