Varese, 3 aggressioni in 3 giorni. Pinti: «Il sindaco faccia qualcosa per la sicurezza»

marco pinti

VARESE – «Per il terzo giorno consecutivo si è consumata un’aggressione sessuale in un quartiere di Varese, episodi gravi che fortunatamente non hanno fin qui prodotto conseguenze peggiori, ma che non devono essere sottovalutati. Da tempo diciamo che sulla sicurezza il Comune debba fare di più e meglio, specialmente in ambito di prevenzione e presidio di luoghi sensibili». E’ il consigliere comunale d’opposizione Marco Pinti (Lega) (nella foto) a intervenire sull’allarme generato in città da tre distinti aggressioni, l’ultima avvenuta oggi, martedì 15 settembre in via Oberdan, ai danni di giovani donne.

L’area di degrado si allarga

Aggressioni a sfondo sessuale, con palpeggiamenti al petto e alle parti intime delle vittime, consumatesi tra Biumo e Casbeno. Pinti, a fronte di una comprensibile paura diffusa in città, si rivolge direttamente al sindaco Davide Galimberti affinché intervenga in modo deciso sul fronte sicurezza: «Stazioni, Poste, Via Como, Piazza Repubblica, parchetti di Biumo – prosegue Pinti puntando al concreto – La mappa delle aree di degrado si sta purtroppo allargando senza che l’Amministrazione abbia mai preso seriamente in considerazione le tante proposte che abbiamo avanzato in questi anni. Ora di nuovo chiedo, senza voler alimentare allarmismi o polemiche che non portano a niente, che il Sindaco prenda misure più incisive, in concerto con le forze dell’ordine, affinché Varese possa continuare a essere una città dove tutti possono circolare senza timore di essere bersaglio del primo maniaco che passa».

Varese, donna aggredita a Casbeno: salvata dall’intervento dei residenti

varese pinti aggressioni sicurezza – MALPENSA24