AVVOCATO DEL DIAVOLO: “Gattuso dimentica i cambi e arriva la beffa”

lelio

Lelio Cerizza 

Ho visto più assenze solo al compito programmato di matematica. Giornata nel reparto di ortopedia dell’Ospedale Sandro Pertini di Roma per l’A.C. Milan. Gattuso fa la conta con gli infortunati e mette giù una formazione che alla sola lettura mette i brividi. Abate, Zapata e Rodríguez in linea a 3, Calabria e Borini sugli esterni con Bakayoko e Kessie a fare legna a centrocampo. Cahalanoglu e Suso dietro a Robin Cutrone.

Tattica giusta

Giochiamo la partita che dobbiamo fare, con attenzione e disciplina. La Lazio ha l’imbarazzo della scelta di come arrivare dalle parti del portiere, ma al Milan basta un’azione per spaventare tutta Roma. Portiere laziale super su Cahalanoglu. Gli Aquilotti si spaventano e riusciamo a riequilibrare la partita. Breve parentesi: sembra che tutti i giocatori della Lazio abbiano imparato dal proprio allenatore a protestare in ogni occasione, anche quando non c’è nulla per cui protestare. Immobile è irritante: pensa più a protestare per presunti falli che a giocare la sua partita.

Laziali irritanti

Cercano di condizionare in ogni modo l’arbitraggio ma Banti non ci casca ed il Var gli dà sempre ragione. Al 78’ succede quello che speri ma non ti aspetti: Milan in vantaggio su azione di contropiede. Un miracolo: nonna Bianca, grande cuore rossonero che si è spento nei giorni scorsi (aveva chiesto di essere seppellita con il gagliardetto del Milan sul cuore), ha guardato giù. Il più sembrava fatto. Forza ragazzi: 10 minuti di sofferenza ed è finita. Vedrete che ora Gattuso vi aiuterà verso il 90’ con i cambi e invece Gattuso i cambi li lascia in testa, seppure la squadra regga.  Cinque di recupero, ora cambierà, dai, almeno al ’92: togli il giocatore più lontano e spezziamogli il ritmo, è troppo che stiamo soffrendo. Nada. Al 94’ Correa ci punisce. Rosari recitati da tutti i tifosi milanisti e ci viene tolto il gusto dell’impresa impossibile che avrebbe consacrato un allenatore ancora troppo inesperto per raggiungere la Champions. Così i punti sono lasciati per strada non guadagnati. La fortuna va sfruttata non buttata nel WC.

AVVOCATO DEL DIAVOLO Malpensa24