Busto al centro: «Sui contributi allo sport la Lega non si prenda meriti che non ha»

BUSTO ARSIZIO – «Non possiamo accettare che la Lega passi come l’unica forza politica che intende sostenere le società sportive cittadine. Soprattutto dopo che, mesi fa, abbiamo presentato una mozione ad hoc. Tra l’altro votata all’unanimità da tutto il consiglio e alla quale, purtroppo, non è seguito alcun atto concreto da parte della giunta». Chi parla è il capogruppo di Bac Laura Alba. La quale, in sostanza, rivendica la primogenitura della richiesta di sostegno economico allo sport cittadino legata alla difficile situazione che si sta attraversando. Richiesta di fatto riproposta qualche giorno fa dalla leghista Paola Reguzzoni. Insomma: “Dare a Cesare quello che è di Cesare e a Busto al centro quello che è di Busto al centro”. E’ chiaro che quando è stato coniato il detto evangelico la formazione civica bustocca nemmeno c’era. Ma il modo di dire calza a pennello rispetto a una serie di questioni (diventate anche mozioni e interrogazioni) sulle quali «è stato messo, in maniera poco elegante, il cappello politico della Lega. Quando non è esattamente così».

Laura Alba parte, in ordine cronologico, dall’ultimo caso di “mozione al traino”, «perché non è giusto che su una questione così delicata e importante come la necessità di aiutare le società sportive bustocche ci sia un partito che metta il cappello. Tra l’altro un partito, la Lega, che fa parte  di questa maggioranza, la quale nulla ha fatto a seguito della nostra mozione votata all’unanimità».

Un caso non isolato e che per questo ha fatto saltare la mosca al naso ai civici. «Stesso discorso per la piscina Manara. Anche in quel caso siamo stati noi di Busto al centro, con un’interrogazione in commissione, a sollevare il problema». Laura Alba conclude appellandosi «al rispetto del lavoro delle minoranze, soprattutto su temi importanti che non possono venir trasformati in bandiere elettorali».

busto al centro contributi sport lega – MALPENSA24