Busto, Cornacchia: «Sono io che ho salvato il cuore del sindaco Antonelli»

Cornacchia Buttiglieri cuore antonelli

BUSTO ARSIZIO – «Sono io che mi sono preoccupato del cuore del sindaco. E ho suggerito al presidente dell’associazione Famiglie dei Caduti e Dispersi in guerra Sergio Ferrario di donare un defibrillatore per Palazzo Gilardoni». A svelare, con un pizzico di ironia, come è nata (e si è concretizzata) l’idea di dotare il municipio del prezioso strumento salvavita è il consigliere Diego Cornacchia.

Dalla mozione…

Cornacchia, infatti, durante il consiglio comunale del 28 ottobre scorso presentò, insieme a Buttiglieri, una mozione per richiedere l’istallazione di un defibrillatore in comune. «Sottolineai l’importanza della questione poiché stiamo parlando di un luogo pubblico frequentato da molti cittadini, dipendenti e utenti. E ricordo che la mia proposta suscitò una risata del primo cittadino, il quale rispose con ironia che, con “tutte le volte che mi fate arrabbiare ho corso qualche rischio anch’io”».

…all’azione

Cornacchia, non ricevendo una risposta convincente e «consapevole che la mancanza dello strumento salvavita sarebbe rimasta inevasa per un tempo indefinito (basti pensare allo sconcio dell’accesso al Palazzo e alle pessime condizioni dei locali della portineria che si trascina da qualche anno nonostante le mie interrogazioni, mozioni e relative promesse di intervento mai mantenute), ho suggerito al presidente Ferrario di dare uno “schiaffo” simbolico alla amministrazione, in particolare al sindaco, e di offrire in dono il defibrillatore».

Gesto nobile

Un gesto nobile che è stato compiuto dall’associazione Famiglie dei Caduti e Dispersi in Guerra: «Insomma – conclude Cornacchia – ora posso dire di aver pensato alla salvaguardia del cuore di Antonelli, proprio in questo periodo di grandi tensioni politiche in cui viene messa in discussione la tenuta della sua maggioranza e della giunta e anche alla più generale tranquillità dei dipendenti e cittadini. Oltre ad aver dato la possibilità al primo cittadino di propagandare di aver raggiunto un altro obiettivo: quello della tutela della salute del popolo che amministra».

busto cornacchia cuore antonelli – MALPENSA24