Busto fa la storia. Le farfalle (e il gatto) conquistano la finale di Coppa Cev

BUSTO ARSIZIO – Nella partita di ritorno della semifinale di Coppa Cev, la Yamamay e-work Busto Arsizio, senza l’influenzata Herbots e l’inutilizzabile Samadan, non ha problemi a centrare l’accesso alla finalissima. Contro le ungheresi del Békéscsaba, già sconfitte all’andata in tre set, le farfalle di coach Mencarelli (foto Alemani) vincono piuttosto rapidamente i due set che valgono la finale e poi chiudono il conto – dopo la simpatica invasione di campo del gatto-mascotte Uyby – sul 3-0 (25-22, 25-18, 25-11). Solo nella frazione iniziale la compagine magiara mette un po’ in apprensione le bustocche che, per il resto del match, dominano a piacimento. Tra le fila biancorosse spicca la prova di Meijners che griffa 10 punti, seguita a ruota da Gennari (9) e Grobelna (8). In finale (andata il 19 marzo, ritorno il 26 al PalaYamamay) le biancorosse di patron Pirola incontreranno l’Alba Blaj che, nel derby tutto romeno, ha battuto con un duplice 3-0 il Bacau.

Terminal

L’avvio della partita è tutto biancorosso (7-3), ma le ungheresi non mollano (9-9). Le farfalle di Mencarelli allungano ancora sul 14-11, ma le magiare rientrano ancora in scia (18-17). Sul finale di set è Meijners, dopo due set-point annullati, a chiudere il conto sul 25-22.

Buona partenza per la Uyba anche nella seconda frazione (7-3), ma le magiare si rifanno sotto (9-9). Busto scappa ancora via verso il sogno (17-12), ma Perovic guida la rimonta (17-15). Bonifacio dà però la scossa e il turno a servizio di Botezat spacca definitivamente la partita. La finale è per gentile concessione di Bokan che sbaglia il servizio (25-18).

Il terzo set (dentro Botezat e Piani) inizia bene per le farfalle che scappano 8-4 e assistono al fuori programma del gatto Uyby che si fa un giro sul teraflex. La squadra di Mencarelli – che fa entrare anche Cumino e Peruzzo – vola sul 22-10 e nell’accademia finale chiude il muro di Piani (25-11).

Check in

Giuseppe Pirola, questa estate, ci aveva svelato il suo grande sogno: regalare un trofeo ai propri grandissimi tifosi per arricchire la bacheca di via Maderna. Ora la squadra biancorossa è a due partite da poter avverare questo sogno, grazie anche al supporto di un nuovo sponsor di maglia come la Fondazione Iseni y Nervi. Inutile negare che la Uyba parte coi favori del pronostico con l’Alba Blaj, ma la compagine romena è un buon team con giocatrici esperte, già capaci di far cadere teste importanti (Galatasaray). Anche per questo, la finale non andrà assolutamente sottovalutata.

Check out

Non ci piace il politically correct e lo abbiamo più volte ribadito in passato. Ma soprattutto non apprezziamo chi di proposito cerca di destabilizzare l’ambiente. Per questo non ci è piaciuta, e come a noi anche a persone addentro alla stanza dei bottoni biancorossa, la presenza nel parterre bustocco di alcuni dirigenti di altre squadre, appollaiati come avvoltoi ad aspettare uno sguardo o un sorriso di una giocatrice sotto contratto con Busto. Ancor meno ci piacciono quelli che si divertono a mettere in giro voci false e tendenziose che fanno solo l’interesse carbonaro di amici personali e non della società bustocca. A costoro preferiamo di gran lunga i veri tifosi – AdF in primis – che vengono, sono venuti e verranno sempre a riempire il PalaYamamay (e tutti i palazzetti d’Italia e d’Europa), incoraggiando le farfalle, nella buona e nella cattiva sorte. Perché la passione è genuina e non ha interessi.

To declare

Coach Marco Mencarelli: “Abbiamo iniziato il percorso per scrivere un pezzetto di storia“.

Boarding

Yamamay e-work Busto Arsizio-Swietelsky Békéscsaba: 3-0
(25-22, 25-18, 25-11)
Yamamay e-work Busto Arsizio: Piani 6, Peruzzo, Herbots ne, Grobelna 8, Gennari 9, Cumino, Orro 2, Leonardi (L), Bonifacio 4, Meijners 10, Berti 5, Botezat 3. All. Mencarelli, 2° Musso. Battute: vincenti 3, errate 8. Muri: 7 (Piani e Bonifacio 2)
Swietelsky Békéscasaba: Ivanovic 3, Szpin (L), Perovic 15, Fabian, Medic 7, Glemboczki, Talas, Mlinar 6, Bodnar 1, Szedmak, Molcsanyi (L), Bokan 2, Bodovics. All. Bogdan, 2° Maté. Battute: vincenti 1, errate 10. Muri: 2.
Arbitri: Antonio Fernando Correa Benitez (ESP) e Jasmin Husejnovic (BIH)

From… to Filottrano

In un marzo che si prospetta interessantissimo, Gennari e compagne riprenderanno la loro marcia da Filottrano. Domenica 10 marzo alle ore 17.00 la Uyba sarà impegnata contro la Lardini, squadra dell’ex capitana Giulia Pisani e delle altre ex Garzaro e Vasilantonaki.

busto farfalle coppa cev – MALPENSA24