Pogliani: “Bonaventura giocatore favoloso: che errore farlo partire così”

Pogliani

 

Carlo Pogliani 

Quindi se le notizie che arrivano da Roma corrispondono a verità, sembrerebbe che Giacomo Bonaventura, detto “Jack”, il prossimo anno vestirà la camiseta giallorossa. Ora, se qualcuno di coloro che sta leggendo questo articolo, pensa che il calciatore sopracitato abbia seri problemi legati a infortuni o che, addirittura, sia sul viale del tramonto (22 Agosto 1989, non ha ancora compiuto 31 anni) . . . stop, chiuso, passi ad altro!
Se invece, come il sottoscritto, pensa che nella rosa (anche di giovanissimi) possa venire utile non solo come chioccia, ma anche come versatilità e serietà professionale . . . continui pure la lettura. Andiamo dunque a elencare i pregi di questo che, secondo me, dopo Ibra, e’ stato il piu’ forte giocatore di movimento in rosa degli ultimi 5/6 anni.
1) balistica eccellente, calcia indifferentemente con entrambi i piedi
2) ottimo negli inserimenti di testa dove spesso risulta decisivo nonostante l’altezza non stratosferica (Doha, Juve-Milan, rete del pareggio)
3) bravo anche in acrobazia (Napoli-Milan, spettacolare forbice in avanti)
4) geniale su punizione (Milan-Pescara, palla sotto la barriera che salta)
5) inarrivabile nella conduzione palla in verticale con finta e controfinta (nel derby del 3-0 manda al bar Murillo con un doppio passo alla Ronaldo ” il fenomeno”)
6) preciso nell’assist rasoterra (dopo quel “paso double” mette Niang solo davanti al portiere . . . con un pallone dai giri contati)
7) gioca quarto di sinistra nel 4-4-2
8) gioca terzo alto di sinistra, o terzo di centrocampo nel 4-3-3
9) puo’ benissimo ricoprire il ruolo di trequartista nel 4-3-1-2
10) all’occorrenza puo’ fungere anche da seconda punta tattica in tutti gli schemi che prevedono una sola punta
11) ha una serietà ormai rara da trovare in un professionista
12 ) non ha mai creato un problema nonostante negli anni abbia dovuto sopperire a compagni di reparto o di catena lenti o mediocri (Montolivo, Bertolacci, Constant, Ricardo Rodriguez)
13) ha dovuto sobbarcarsi doppio lavoro nel momento in cui la squadra, perdendo palla, faceva risacca verso il lato destro per sopperire ai mancati rientri del deleterio numero otto
14) se va alla Roma giocherà con Zaniolo, Pellegrini e Dzeko!

Ora, io dico, ma se dovesse star bene come pensano nella “città eterna” . . . cederlo a parametro zero a una diretta concorrente Champions . . . non e’ un autogoal clamoroso? La vicenda Pirlo (altra categoria, lo so!), non ha insegnato nulla ai colori rossoneri? Oltretutto, fino a ora, non mi sembra abbia guadagnato montagne di soldi . . . o sbaglio?
Andate a vedere il suo score e vi renderete conto che nei momenti migliori del Milan . . . lui e’ stato il migliore.

Carlo Pogliani Bonaventura-MALPENSA24