“Juve-Inter gara inutile: lo scudetto è un affare già chiuso” Caronni “azzera” le inseguitrici

Caronni

Matteo Caronni 

Non sono uno a cui piace trovare particolari giri di parole. Credo che andare dritto al centro della questione sia sempre la scelta migliore e anche in questo caso non voglio essere da meno.

Scudetto affare già chiuso

Il prossimo Juventus-Inter sarà il più inutile da 10 anni a questa parte. La gara purtroppo non deciderà il campionato e men che meno le due squadre possono essere considerate rivali per il primo posto. Al netto delle scaramanzie e dei riti apotropaici, infatti, i ragazzi di Allegri vinceranno lo scudetto indipendentemente dal risultato di venerdì sera, esattamente come la banda di Spalletti potrà concludere l’anno comodamente in zona Champions anche con una sconfitta. In palio non ci sono quindi né trofei né il raggiungimento dei rispettivi obiettivi stagionali. Si giocherà per l’orgoglio, per l’onore e forse più che mai per i tifosi. Si gioca per consentire ai propri fan di andare al bar il giorno dopo bullandosi del risultato più o meno a favore. Si gioca per capire chi avrà avuto l’aiutino o il torto con cui sfottere il rivale fino alla gara di ritorno, se non oltre, ma in questo caso solo se riguarda i bianconeri. In tal senso i bookmakers danno per favoriti i nerazzurri.

Inseguitrici azzerate

Dopo “il sacco di Roma” e la mancata squalifica di Spalletti, infatti, sono molti a ritenere che il famoso “palazzo” (mai capito dove e cosa sia) spinga l’Inter come non accadeva da tempo. Onestamente non ho mai creduto a queste dicerie, piuttosto credo in maniera molto più pragmatica che entrambe guardino con particolare interesse le prossime decisive gare di Champions. L’Inter si gioca la vita, sportivamente parlando, col Psv. La Juventus invece sa benissimo che la partita con lo Young Boys potrebbe essere di fatto un ottavo di finale, vista la differenza presente quest’anno tra arrivare primi o secondi. Ronaldo contro Icardi, Cancelo e Asamoah contro l’ex squadre e la sfida tra Allegri e Spalletti saranno quindi i legittimi temi mediatici che ci accompagneranno fino a sabato, quando poi tutti avremo ben chiaro che l’ultimo Juve-Inter visto non è stato altro che una gara su 38 di campionato.

Caronni Scudetto Chiuso Malpensa24