Casorate, passi avanti per l’ex municipio. Il sindaco: «Sarà pronto per l’estate»

casorate aperta opere commercio

CASORATE SEMPIONE – Se il tema più caldo del momento è la rigenerazione urbana, il sindaco Dimitri Cassani prende in mano la situazione e riporta l’attenzione su uno dei cavalli di battaglia dell’amministrazione di Casorate Sempione. Si tratta della riqualificazione dell’ex municipio di piazza Mazzini, già al centro di accese discussioni e protagonista di numerose polemiche. Come in passato, il recupero dello storico edificio fa parte delle priorità della giunta, che in questi giorni sta provando a offrire un disegno della Casorate che sarà. Intanto, il primo cittadino si sbilancia e annuncia: «Entro quest’estate, il municipio sarà pronto». E con tanto di progetto sul tavolo, spiega quale sarà l’aspetto della struttura. E a cosa sarà destinato.

Tre piani, tre destinazioni

La struttura si sviluppa su tre piani, che avranno tre destinazioni differenti. Il piano terra, spiega Cassani, «verrà allestito per ospitare esposizioni da museo». L’intenzione è di dedicare un angolo alla storia del cavallo, «uno dei simboli di Casorate», anche inserito nello stemma del paese. «Gli eventi che si terranno al piano terra non saranno mai permanenti, ma cambieranno continuamente con il tema della serata o della mostra». La volontà dell’amministrazione in questo senso, è di creare un gioco di spazi che collega l’area esterna con quella interna all’edificio. Ecco perché nel progetto è inserito anche un intervento per spostare leggermente la porta d’ingresso, così da poter ricreare una parete vetrata lungo la facciata principale dell’edificio, che prosegue su quella laterale. «In questo modo si potrà creare un collegamento fra dentro e fuori».

casorate ex municipio

Il primo piano, invece, «verrà messo a disposizione per associazioni e privati». Diverse le finalità: «Potrà ospitare riunioni – se il numero dei partecipanti è contenuto, visto lo spazio limitato – e serate».
Infine, l’ultimo piano, quello che il sindaco definisce «la sala di pregio». Sarà la parte più curata nelle rifiniture e nell’arredo. Infatti, «sarà destinato per i matrimoni e per gli eventi più importanti». Anche la politica avrà la sua fetta. «Pensiamo di spostare lì la sede del consiglio comunale. Un modo per incentivare anche i cittadini ad assistere alle decisioni che riguardano il paese». Anche in questo caso, la capienza è limitata ad un numero ristretto di persone. Quindi «nel caso ci fosse bisogno più spazio, come per discutere del bilancio partecipato, useremo la sala polivalente del futuro villaggio Alzheimer».

Un iter lungo anni

L’ex municipio è protagonista del dibattito politico da anni. «Era inagibile – prosegue Cassani –  tanto che, in passato, per un momento, era sul punto di essere demolito». Poi la situazione è cambiata e ha preso il via un lungo iter con l’obiettivo di vedere il vecchio palazzo comunale in una nuova veste. E ora, dopo anni, sembra intravedersi una luce alla fine del tunnel. «Abbiamo preso una decisione e porteremo a casa un risultato. L’opera sta proseguendo, anche dopo un ultimo ritardo a causa di una variante sul progetto». E aggiunge: «Se tutto va secondo il cronoprogramma, sarà pronto prima dell’estate».

A Casorate la rigenerazione urbana è green. Tomasini: «Rilanciamo il centro»

casorate ex municipio – MALPENSA24