Castellanza giro di vite contro gli accattoni: espulsi 5 stranieri irregolari

busto droga carabinieri

CASTELLANZA – Maxi operazione dei carabinieri di Castellanza per contrastare il fenomeno della questua: 5 persone denunciate ed espulse per violazione delle normative relative agi stranieri e 9 perché molestavano i cittadini in transito nelle zone controllate.

Ieri, venerdì 26 ottobre, i carabinieri della stazione di Castellanza e del nucleo operativo e radiomobile hanno svolto un massiccio controllo finalizzato a contrastare il crescente fenomeno della “questua”. Nel mirino delle forze dell’ordine sono finiti i parcheggi dei centri commerciali, degli ospedali e della stazione ferroviaria, ovvero tutti quei posti dove sono spesso presenti soggetti che chiedono, con troppa insistenza, elemosina e soldi.

Troppe le lamentele dei cittadini in transito, che ogni volta che si recano in stazione, a fare la spesa o negli ospedali vengono molestati in maniera pressante dagli accattoni e che, in caso di rifiuto, devono subire fastidiose pressioni.

Durante il servizio sono stati deferiti in stato di libertà per violazione normativa stranieri: un venticinquenne nigeriano, incensurato; un ventenne tunisino, con precedenti; un diciottenne tunisino, già noto alle forze dell’ordine e tutti e tre senza fissa dimora. Oltre a una quarantenne di El Salvador, domiciliata a legnano e un cinquantenne algerino di Olgiate Olona. Tutti sono anche risultati irregolari e nei loro confronti sono state avviate le procedure di espulsione.

Non solo. Nel corso del medesimo servizio, inoltre, i carabinieri hanno dato il foglio di via con divieto di ritorno a Castellanza nei confronti di ben nove soggetti, colti sul fatto nei suddetti parcheggi intenti mentre chiedevano con insistenza soldi alla gente di passaggio. In tutta l’operazione sono state indentificate 34 persone.