Cavaria, morto l’uomo scivolato nell’Arno: lo salvarono carabinieri e pompieri

cavaria morto arno

CAVARIA CON PREMEZZO – Morto l’uomo scivolato nell’Arno a Cavaria lo scorso 6 febbraio. Lorenzo Benasciutti, 63 anni, di Oggiona Santo Stefano è deceduto ieri, domenica 10 febbraio, in ospedale dove era stato ricoverato dopo l’incidente.

Salvato da un carabiniere eroe

Quella sera l’uomo fu salvato dalle acque gelide da Christian Mark Testa, carabiniere di 31 anni in servizio a Cassano Magnago, che quella notte si gettò senza pensarci un istante nel freddo corso d’acqua riuscendo a recuperare Benasciutti e tenendogli la testa fuori dall’acqua sino a quanto i vigili del fuoco del soccorso alpino speleologico non hanno raggiunto il luogo della caduta scendendo in cordata lungo l’argine e raggiungendo il sessantatreenne che a quel punto fu imbragato e portato al piano strada sino ai mezzi di soccorso. Benasciutti era stato operato ad una gamba. Le sue condizioni sono precipitate nelle scorse ore a causa di complicazioni dovute ad un precario stato di salute. E’ morto nel primo pomeriggio di ieri. Il militare lo aveva disperatamente tenuto a galla per oltre 20 minuti riuscendo di fatto a salvargli la vita. Il decesso potrebbe essere imputabile ad altre problematiche di salute dell’uomo.

cavaria arno morto – MALPENSA24