Dockery Farms, black music a sorpresa al Velvet di Legnano

dockery farms velvet

LEGNANO – L’ultimo concerto dell’anno al Velvet sarà all’insegna della black music. Nella serata di oggi, sabato 29 dicembre, i Dockery Farms non solo porteranno alle 22 nel locale di Legnano i ritmi di blues, soul e funk in compagnia del feticcio Andrè, ma anche molte sorprese, tra inediti e un cambio di identità.

Una solida sezione ritmica di basso e batteria

La band di Cardano al Campo, attiva fin dai primi Anni Novanta, è nata da un’idea di alcuni musicisti e amici appassionati di blues, soul e funk con l’intento di studiare, reinterpretare e rivivere suoni e colori della black music. Da sempre la formazione ha voluto puntare su una solida sezione ritmica di basso e batteria affiancata, alle origini, da chitarre e tastiere. Nel corso degli anni il gruppo ha poi variato numero di componenti e tipologia di strumenti, sempre alla ricerca di sonorità proprie. Dal quintetto del 1992 che ha visto alternarsi, tra gli altri, musicisti come Michele Tacchi (basso), Isabella Branca (voce), Antonio Giannini (chitarra) e Antonio Gallo (chitarra) si è giunti, dopo più di venticinque anni di attività, al trio di oggi: Gianluigi “Jack” Gornati (voce, chitarra, armonica), Luca “Bagela” Galmarini (batteria) e Matteo Pallavera (basso, contrabbasso, chapman stick). Sebbene il numero dei concerti in Italia, Svizzera e in alcune nazioni europee cominci a essere considerevole, la voglia del gruppo di stupire con nuovi arrangiamenti e interpretazioni continua a essere la stessa delle origini e sarà sancita dall’uscita di un nuovo album di inediti.

dockery farms velvet – MALPENSA24