Somma Lombardo, due appuntamenti con l’arte contro la violenza sulle donne

somma violenza donne

SOMMA LOMBARDO – L’arte e i suoi linguaggi come arma contro la violenza sulle donne. Ed è con due appuntamenti con la cultura come protagonista che l’amministrazione di Somma Lombardo vuole portare avanti un importante lavoro di sensibilizzazione e riflessione con la cittadinanza nella giornata mondiale contro la violenza sulle donne, il prossimo 25 novembre.

Universo femminile

Si comincia domani 23 novembre con la presentazione del libro “Mademoiselle Camille Claudel et moi”, di Chiara Pasetti,  nella sala polivalente della Biblioteca Aliverti. Seguirà, alle 21, lo spettacolo teatrale “Moi” (regia di Alberto Giusta, con Lisa Galantini), realizzato dall’associazione culturale “Le Rêve et la vie” in collaborazione con la Fondazione Luzzati-Teatro della Tosse di Genova. Un libro e una rappresentazione teatrale sulle vicende di una donna e artista, e più in generale sull’universo al femminile che deve muoversi in un mondo tendenzialmente maschilista.
Domenica 25 invece alle ore 11 sarà presentata l’installazione  artistica “Farfalle libere” di Annalisa Mitrano in piazza Vittorio Veneto; a seguire, nella galleria Oriana Fallaci in via Briante, un momento di confronto con l’artista con l’accompagnamento della musicista fisarmonicista Giulia Bertasi. Proprio nello spazio della galleria, una serie di “Ritratti di donna” dialogano idealmente con l’installazione in piazza: dieci disegni e due sculture che indagano stati d’animo e complessità del mondo delle donne.

Momenti di coscienza collettiva

Due momenti che, con la delicatezza del linguaggio artistico, mirano ad andare oltre: come sottolineato dall’assessore alla Cultura di Somma Lombardo, Raffaella Norcini, «l’augurio è che l’arte contemporanea e il linguaggio teatrale siano di aiuto e sostegno nel sollecitare importanti interrogativi sulla questione della violenza contro le donne. L’arte e i suoi linguaggi possono e devono aiutarci a riflettere e a creare una coscienza collettiva sempre più vigile, su un problema così diffuso e sommerso anche nella nostra società».

somma violenza donne – MALPENSA24