Film demenziale a Sumirago: Doriano Zotti racconta il suo pazzo supermercato

film sumirago doriano zotti

SUMIRAGO – «Sarà un film demenziale, con una pennellata di rosa, che trarrà spunto dalla commedia italiana degli anni Settanta e Ottanta con Lino Banfi, Edwige Fenech, Renzo Montagnani e Alvaro Vitali. Mi piacerebbe ambientarlo nel mio paese, che è Sumirago». Doriano Zotti (nella foto di Simone Talarico), attore varesino che ultimamente ha interpretato nei teatri “L’amore è un terrazzo allagato”, ha svelato alcuni particolari del lungometraggio che sta progettando: «Ha come titolo provvisorio “Il supermercato più pazzo del mondo”. Il soggetto è già stato scritto e siamo in fase di sceneggiatura».

L’inizio delle riprese è previsto per giugno

«Non si tratta della mia attività principale, nella vita lavoro per una società di assicurazioni», ha raccontato Zotti. «Il mio ingresso nel mondo del cabaret e del teatro è avvenuto per gioco nel 2016, ora voglio provare a fare il grande salto. Io e Beniamino Cicco abbiamo fatto diverse serate insieme, con la sua collaborazione sto lavorando a un soggetto per un film indipendente. Sarà organizzato in modo professionale con uno staff tecnico: microfonista, direttore della fotografia, sarte, pettinatrici, etc.. Tra gli attori ci saranno diverse persone che ho avuto modo di conoscere in questi anni di percorso artistico».
Si girerà di sabato e domenica e i tempi di lavorazione prevedono circa un anno e mezzo; il film verrà quindi proiettato in alcuni cinema, a Varese e a Busto Arsizio, per trovare qualcuno che voglia investire nel progetto. «Conto di cominciare le riprese nel mese di giugno, quando le giornate si allungano e si ha più tempo da sfruttare», ha annunciato Zotti. «Anche per fare il casting e individuare le varie location: farò richiesta al Comune se mi potrà prestare alcuni spazi, per esempio il giardino di Villa Molino per gli esterni».

La trama

«Chi vorrà entrare nel film, anche per una piccola parte, mi può contattare. Ho comunque già in mente alcuni nomi: coinvolgerò sicuramente Ciak Si Ride, gruppo teatrale al quale partecipo, e I Du Matt Davide Galli e Walter Ferro. Mentre soggetto e regia sono miei, con Cicco ci occuperemo della sceneggiatura: le vicende saranno ambientate in provincia di Varese, i riferimenti saranno in primis a Sumirago e al suo hinterland. Il protagonista è un imprenditore della zona, proprietario di un supermercato, che a causa della crisi è stato costretto a licenziare tutto il personale perché rischia la bancarotta. Viene contattato da un importante uomo d’affari degli Stati Uniti, una caricatura di Donald Trump, interessato ad acquistare l’azienda per aprire in Italia una catena di prodotti americani. Entro due giorni dall’arrivo del messaggio passerà a visionare se la struttura è in buone condizioni: il protagonista deve quindi trovare in fretta e furia dei dipendenti, per far vedere che il supermercato funziona. Verranno assunti dei matti prestati da un manicomio vicino e un gruppo di spogliarelliste di burlesque, che automaticamente ne combineranno di tutti i colori».

film sumirago doriano zotti – MALPENSA24