Pienone per lo Strega. Gallarate sempre più riferimento per i libri

gallarate premio strega libri

GALLARATE – Non è un caso che il Premio Strega abbia scelto Gallarate come una delle 26 tappe in Italia (l’unica in Lombardia insieme a Bergamo) del tour con cui sta facendo conoscere i dodici autori candidati al più autorevole riconoscimento letterario nazionale. E Gallarate, sempre più città di riferimento per il mondo dei libri, ha risposto al meglio. 

Sala piena 

Sono state più di 400 le persone arrivate ieri pomeriggio, 20 maggio, in Sala Arazzi al Maga per ascoltare la presentazione dei dodici scrittori selezionati. Tra loro c’è il vincitore del Premio Strega 2024 che verrà decretato il prossimo 5 giugno a Benevento:

  • Sonia Aggio, Nella stanza dell’imperatore (Fazi)
  • Adrián N. Bravi, Adelaida (Nutrimenti)
  • Paolo Di Paolo, Romanzo senza umani (Feltrinelli)
  • Donatella Di Pietrantonio, L’età fragile (Einaudi)
  • Tommaso Giartosio, Autobiogrammatica (minimum fax)
  • Antonella Lattanzi, Cose che non si raccontano (Einaudi)
  • Valentina Mira, Dalla stessa parte mi troverai (SEM)
  • Melissa Panarello, Storia dei miei soldi (Bompiani)
  • Daniele Rielli, Il fuoco invisibile. Storia umana di un disastro naturale (Rizzoli)
  • Raffaella Romagnolo, Aggiustare l’universo (Mondadori)
  • Chiara Valerio, Chi dice e chi tace (Sellerio)
  • Dario Voltolini, Invernale (La nave di Teseo)

Gallarate città dei libri 

«È stata una giornata molto bella che ha alzato ulteriormente il livello della proposta culturale nella nostra città», ha commentato a margine dell’evento l’assessore alla Cultura di Gallarate, Claudia Mazzetti, che dal palco ha presentato l’incontro moderato dallo scrittore Alessandro Barbaglia. In sala era presente il pubblico del Duemilalibri, la rassegna letteraria di Gallarate che quest’anno celebra il 25esimo anniversario, «ma anche persone arrivate da Lecco, Milano e anche oltre per trascorrere una domenica nella nostra città». 
Questo perché, in anni di investimento nella Cultura e in particolare in questo settore, Gallarate è sempre più una città della lettura. Non è un caso se Fabio Lagiannella, titolare della Libreria Biblos Mondadori di Gallarate, ha vinto il premio di Libraio dell’anno e se in tempi più recenti in corso Sempione ha aperto una nuova libreria. E poi ancora: la nascita dell’Hic, con una biblioteca moderna che ti fa dimenticare di essere in provincia; il riconoscimento di Amazon che ha inserito Gallarate nella classifica delle città italiane che hanno acquistato più romanzi rosa nel 2023; il progetto inclusivo “Oltre la pagina”; un’intera Settimana della lettura, giunta all’undicesima edizione, che lo scorso aprile ha coinvolto nove scuole e centinaia di studenti. Tutto questo ha convinto l’amministrazione comunale a sottoscrivere un mese fa il decalogo del Patto per la lettura.

gallarate premio strega libri – MALPENSA24