In tre anni 117 incidenti nelle tre arterie principali di Somma

incidente cassano giovanni santoro

SOMMA LOMBARDO – Dal 2018 al 2020 a Somma Lombardo sono stati registrati 117 incidenti stradali lungo le vie principali e le arterie più frequentate. Nello specifico, si parla di Sempione, la strada più trafficata in assoluto in città, di via Giusti, utilizzata quotidianamente da lavoratori e non per raggiungere Malpensa, e della circonvallazione interna, costituita dai corsi Repubblica ed Europa. Da queste vie molto si diramano una serie di strade secondarie che sono altrettanto battute. Al punto che negli ultimi tre anni il numero di incidenti è stato non indifferente. Questo il motivo che ha spinto il Comune a partecipare a un bando indetto da Regione Lombardia, presentando un progetto che ha l’obiettivo «di aumentare la sicurezza in corrispondenza di alcuni attraversamenti pedonali per rendere maggiormente visibili i pedoni», si legge nella relazione tecnica.

I numeri

Il Sempione mette in collegamento la città con i Comuni limitrofi. Per questo risulta essere molto frequentata. Lungo il suo asse, costituito dalle vie Milano – intersezione con via Locatelli – e Mazzini, in questi anni si sono registrati 71 incidenti stradali, con tanto di «lesioni mortali, quanto personali o solo danni alle cose», recita il documento.
Invece, sulla via Giusti – ovvero 336 che porta a Malpensa – ci sono stati 23 incidente dal 2018 a oggi.
Stesso valore per la circonvallazione interna, costituita dai corsi Repubblica ed Europa: 23 casi.
Il principale fattore di rischio di queste strade è «costituito dalla rilevante presenza, a ogni ora del giorno, di un invasivo traffico veicolare, anche pesante», specifica la relazione tecnica.

I progetti per ridurre gli incidenti

I numeri hanno spinto l’amministrazione Bellaria a partecipare anche a un bando di Regione Lombardia. L’obiettivo è rendere meno «arduo l’attraversamento in sicurezza da parte degli utenti “deboli” del codice della strada: anziani, mamme con bambini, minori, portatori di handicap». Il progetto è diviso i due parti: «la prima prevede la realizzazione e messa in opera di sette impianti di attraversamenti pedonali luminosi sulle arterie stradali maggiormente trafficate della città, ovvero corso Repubblica e corso Europa, via Milano e via Mazzini, via Giusti».
La seconda parte, invece, prevede «la realizzazione di un impianto luminoso sequenziale sull’unica strada che conduce alla frazione di Coarezza, dove è presente una curva che, in condizioni di scarsa visibilità (ore serali/notturne, nebbia, foschia) determina causa di rischio alla sicurezza della circolazione».

Somma, pronto il piano per riasfaltare le strade: intervento da 110mila euro

somma cento incidenti attraversamenti – MALPENSA24