Busto, con Kustom Road MalpensaFiere è invasa da biker e cowboy

kustom road malpensafiere biker

BUSTO ARSIZIO – In una giornata in cui maggio è arrivato a marzo, è una distesa di moto custom luccicanti al sole ad accogliere i visitatori di MalpensaFiere. Nel piazzale d’ingresso fanno loro compagnia le ultime proposte di Honda, Yamaha e Victory, muscle car americane e motorini elaborati, nonché i fuoristrada impegnati nel circuito vicino. Sono solo alcune delle attrazioni di Kustom Road, evento dedicato al mondo dei biker organizzato dal MotoClub SS33 Sempione e patrocinato dal Comune. L’evento a scopo benefico è stato allestito nei padiglioni del centro espositivo di Busto Arsizio da venerdì 22 marzo a domenica 24.

Tir e stuntmen

Se l’ingresso è dedicato a moto e auto, il retro di MalpensaFiere è incentrato sui tir e sulle prodezze degli stuntmen del Team Saetta. Al centro dello spazio espositivo è stata collocata un’enorme pista per balli country, e ce n’è una più piccola anche nel padiglione 2, insieme agli stand dove si può trovare qualsiasi cosa riguardi l’universo biker: tra accessori e equipaggiamento per moto abbonda soprattutto una moltitudine degli oggetti in pelle, spesso creazioni artigianali. L’immaginario western ben si adatta ai cavalieri moderni e ai loro destrieri e sono in tanti a sfoggiare fibbie istoriate, stivali e cappelli da cowboy. Il padiglione 3 è stato interamente riservato alle auto: a fianco di Supercar i wrestler si sono sfidati a più riprese sul ring.

Confini superati

Raffele De Nicola, presidente di SS33 Sempione, ha tracciato un primo bilancio di Kustom Road: «Siamo felicemente stanchi, sta andando tutto bene. Soprattutto le novità di quest’anno, ovvero l’area demo delle case costruttrici e il wrestling. Anche le scuole di ballo country hanno dato una risposta immediata: dovevano iniziare alle 14 ma già a mezzogiorno eravamo invasi dai cowboy. Siamo sicuramente soddisfatti per i costruttori di moto, e i molti pezzi di alto livello al padiglione 3. La tappa di Bikers Life ha visto quaranta veicoli iscritti, e l’area off road è dalle dieci che non si ferma. Venerdì sera è arrivato alle 22.30 un equipaggio dalla Svizzera francese. Il mattino dopo erano già pronti per la pista con il loro mezzo speciale: questo è un segno che la pubblicità ha superato i confini». Un altro esempio: «È arrivato da Roma un club di quindici moto della Federazione Motociclistica Italiana. Perché Kustom Road è un evento nazionale valido come prova selettiva per il campionato di mototurismo». Come De Nicola ha poi ricordato, lo scopo della manifestazione è interamente benefico: «Il nostro obiettivo è offrire sostegno a due reparti, pediatria all’ospedale di Legnano e neuropsichiatria a quello di Busto Arsizio, nonché a E.Va Onlus, Agres e al Comitato Maria Letizia Verga per il San Gerardo di Monza. Inoltre già da due giorni stanno lavorando per noi i ragazzi del Duc: tutto sta funzionando e siamo contenti».

LEGGI ANCHE:

kustom road malpensafiere biker – MALPENSA24