La Lega di Cardano come “A Sinistra”: mancano 53mila euro all’asilo Porraneo

lega cardano asilo porraneo

CARDANO AL CAMPO – Nelle casse della scuola materna Porraneo mancano 53mila euro. E’quanto aveva promesso quattordici mesi fa la Lega, attraverso il suo segretario Angelo Marana, assicurando che in caso di vittoria elettorale avrebbe ripristinato per intero il contributo all’asilo paritario di ispirazione salesiana, praticamente dimezzato negli ultimi anni dal centrosinistra di Angelo Bellora a tal punto da mettere a serio repentaglio la tenuta economica della struttura. Ma ora che il Carroccio ha conquistato Palazzo Prati, ha disatteso la promessa.

Mancano 53mila euro

Marana era stato pubblicamente fin troppo chiaro e lo dimostra l’inequivocabile post su Facebook del 30 luglio 2018 (nella foto). Le sue parole da segretario in campagna elettorale si discostano però di oltre 50mila euro rispetto ai fatti da assessore nella giunta di Maurizio Colombo. Il contributo per intero della Porraneo, infatti, era pari a 141mila euro, come sancito nel 2013 con l’ultimo Piano Diritto allo studio firmato dall’allora sindaco Laura Prati. Dopodiché ha cominciato a diminuire, complice l’avversione verso le scuole private di “A Sinistra”, componente maggioritaria dell’esecutivo Bellora.

La Lega come A Sinistra

La Lega si è di fatto comportata proprio come “A Sinistra” perché ha confermato in toto i contributi stanziati alla Porraneo dodici mesi fa. Lo si può leggere chiaramente alle pagine 21 e 22 del Piano Diritto allo Studio approvato dalla giunta Colombo lo scorso 10 settembre: alla scuola materna, una presenza in città da oltre 120 anni che sopperisce all’insufficienza cronica di offerta pubblica, viene infatti riconosciuto un importo pari a 74.900 euro (70 euro al mese per 107 bambini moltiplicato per 10 mesi di attività), a cui si aggiungono 11.748 euro come contributo relativo al Sistema integrato di educazione e istruzione 0–6 anni. La convenzione ereditata prevedeva anche un contributo alle famiglie basato sull’Isee che lo scorso anno ha cubato 11.400 euro, sussidi di cui hanno beneficiato direttamente 31 famiglie.

Preoccupano le nomine

La Porraneo non è semplicemente una scuola privata, ma un ente secolare dalla lunga tradizione che, se chiudesse domattina, creerebbe serissimi problemi al Comune. Ospita infatti più di cento bambini, un terzo circa di quella fascia d’età. Dove verrebbero sistemati, visto che il progetto per la realizzazione di una nuova scuola materna comunale da anni ormai è tramontato? Eppure anche le nuove nomine del Comune all’interno del cda della Porraneo non sembrano andare in controtendenza rispetto al recente passato. Anzi forse segnano un solco ancora più profondo. Il sindaco Maurizio Colombo, infatti, durante l’ultimo consiglio comunale ha annunciato l’ingresso nel cda dell’istituto privato come rappresentanti del Comune di Stefano Crocetti e Dario Colitta. Il primo era il candidato sindaco nel 2014 del Movimento5stelle, un gruppo che fece proprio dell’avversione al contributo all’asilo privato una delle poche significative battaglie.

LEGGI ANCHE:

lega cardano asilo porraneo – MALPENSA24