Leonardo Martinelli: “A Verona come nel Pacifico: battaglia decisiva”

Leonardo Martinelli 

Verona Milan 0 2
Stamattina poca voglia, tanta amarezza.
Troppi infortunati, troppi affaticati, sarà un problema di preparazione ma certo la fortuna sta girando lo sguardo verso altri. Poi nella mia chat Milan uno storico ha scritto Ivo Bentegodi Jima, ossia la famosa battaglia nel Pacifico e mi sono caricato, pronto per combattere. Hanno giocato 11 ragazzi, tutti giovani, sospinti da due giocatori anch’essi giovani ma trainanti,Kessie e Calabria. Pioli è stato intelligente, o meglio dopo aver visto alcune prestazioni non ha guardato ai nomi ma ha messo in campo 11 sani, da corsa. E quando corriamo, non ce n’è per nessuno. Certo, due magie hanno aiutato, ma sono state frutto della convinzione. La punizione di Krunic è stata magistrale, basta vedere come si gonfia la rete dopo una pur lunga traiettoria. Il gol di Dalot pazzesco, fa scorrere la palla, mette a sedere i difensori e poi spara una bomba all’incrocio, portiere di sasso. Un gol da Ronaldo, quello vero, lo racconterà ai nipotini, non penso ne farà molti altri di questa qualità. Prova di carattere, Verona annichilito, da capire se stanco perché era la terza partita in sette giorni. Bravi ragazzi, bravo Padre PIOli, ora basta con rientri affrettati. Certo, la qualità non era eccelsa, Leao lì davanti solo soletto ed in preda alle sue amnesie, ma in campo c’era una squadra, in campo c’era il MILAN.

Leonardo Martinelli Milan-malpensa24