Leonardo Martinelli: “Non abbiamo molti fenomeni, ma siamo un grande gruppo”

Milan Verona 3 2
Mi sono visto con calma il secondo tempo su DAZN, per capire meglio questo risultato. Con fuori Maldini, tutto è cambiato, Krunic molto presente ed è un mezzo miracolo, vista la scarsità di allenamento. Leao incontenibile, fa ciò che vuole e ieri voleva tanto, salta l’uomo, si inventa un doppio dribbling prima di pennellare per Giroud.
Fa partire un destro che mi ha ricordato Balotelli (che aveva un bel piede), velocissimo nell’aggiustare la palla e colpirla. E’ maturato, si vede e lo sa, per il salto definitivo per me deve solo incattivirsi, la grinta non si compra ma c’è chi gliela può illustrare.
Ballo meglio nella ripresa, forse anche per merito di Rafa. Come a Bergamo, non si possono dare insufficienze, pur se Romagnoli conferma di non essere uno da 6 M e Salamella non entusiasma come le due precedenti partite. Sono entusiasta, emozionato, ma ritengo sia doveroso analizzare, approfondire e risolvere due situazioni troppo delicate: infortuni ed arbitri. Terzo rigore fischiato contro inesistente, con inversione della realtà. Atletico, Atalanta e poi ieri, oltre ad almeno 6-7 gialli non dati nelle tre partite. Gazidis è tornato, spero si muova, possibile che ogni volta il Var ci debba dare contro? In cinque giorni abbiamo perso cinque titolari. Ok, due sono Covid (ma gli altri non hanno questo problema), ma perdere Messias, Maignan ed ora Rebic, avere Krunic, Giroud,Ibra, Calabria (grandissimo cuore ieri) non al 100% è davvero troppo per chiunque, anche per Pioli, che comunque si arrangia al meglio. Non siamo una squadra di fenomeni, siamo un grande gruppo, obbligati a correre più degli altri. Non sempre troveremo un Verona che in vantaggio gioca a uomo (letteralmente) e si difende, dimenticando di attaccarci.
Abbiamo un problema nei preparatori atletici? Nei medici? Nei campi di Milanello? Nella palestra? Doveroso accertarlo, questi ragazzi lo meritano, questo allenatore non glamour come gli Special one, two, three lo merita.
E si merita anche uno sforzo a Gennaio, la’ davanti. Ora il Porto, anche se, dopo quanto ci hanno combinato contro l’Atletico, forse varrebbe la pena giocare senza coltello tra i denti.

Leonardo Martinelli Milan-malpensa24