Più di 400 spadisti a Busto, alla Pro Patria Scherma, per il circuito europeo Under 23

pro patria scherma under23

BUSTO ARSIZIO – «Mai numeri di partecipazione così alti» per una competizione internazionale nella palestra di scherma della Pro Patria, al museo del Tessile Busto Arsizio. Sono quelli registrati nel weekend del 25 e 26 gennaio dalla tappa italiana del Circuito Europeo Under 23 di spada, che ha radunato in città ben 404 tra spadiste e spadisti provenienti da più di 20 Paesi europei. «Grande spettacolo all’Accademia della scherma – le parole dell’assessore allo sport Laura Rogora – Busto si conferma Città dello Sport».

Circuito europeo Under 23

«Partecipazione record per questa nuova prova del circuito europeo Under 23 di spada, nella sala di scherma della Pro Patria – il bilancio della manifestazione nelle parole del maestro Giancarlo Toran, direttore tecnico dello storico club presieduto da Cesare Vago – le 221 presenze effettive nel torneo di spada maschile e le 183 in quello femminile sono i numeri più alti mai registrati da noi per questo tipo di competizione, che è sulla carta riservata agli Under 23, ma di fatto è aperta anche agli atleti più anziani ed esperti». La tappa di Busto Arsizio del Circuito europeo è sempre molto attesa e gradita dagli atleti e dai numerosi accompagnatori, sia per l’ottima organizzazione delle gare da parte della Pro Patria Scherma, sia per la tradizionale accoglienza bustocca, cui bisogna aggiungere la possibilità di visitare un museo della scherma, l’Agorà, unico nel suo genere, e sempre molto apprezzato. «Ancora una volta tutto è filato liscio e senza intoppi grazie anche alla dedizione dello staff tecnico e alla collaborazione di atleti e genitori» fa sapere il maestro Toran.

Le premiazioni

pro patria scherma under23

Si sono aggiudicati la vittoria Giacomo Paolini nella spada maschile, superando in finale per 15-11 il russo Daniil Rudykh, e la reggiana Marta Ferrari nella spada femminile, in una spettacolare finale-derby (finita 15-14) contro la corregionale Alessia Pizzini. Le classifiche complete si possono consultare sul sito federale. Numerose le autorità che sono intervenute per le premiazioni: l’assessore allo sport di Busto Arsizio Laura Rogora, il consigliere comunale Roberto Ghidotti, il presidente del Comitato Regionale della Federscherma Maurizio Novellini e il consigliere federale, già oro olimpico a squadre ad Atlanta e Sydney, Maurizio Randazzo. Una manifestazione riuscita, in cui si sono fatte notare, pur dovendo cedere il passo alle più quotate avversarie, anche le quattro portacolori della Pro Patria Scherma: Sara Castaldi, Laura Righetto, Caterina Rosa e Alice Tosi.

busto pro patria scherma under23 – MALPENSA24