Più di un milione i minori stranieri in italia. La fotografia dell’Ismu

minori stranieri italia

 MILANO – La presenza dei minori stranieri in Italia si è consolidata nel tempo: al 1° gennaio 2018 sono un milione e 41 mila i minorenni stranieri iscritti nelle anagrafi comunali del nostro Paese  – a fronte di circa 8,8 milioni di italiani con meno di 18 anni di età -, cioè più di un quinto della popolazione straniera complessivamente residente in Italia. Sono i dati resi noti dalla Fondazione Ismu (Iniziative e studi sulla multietnicità),  ente di ricerca scientifica indipendente. L’occasione è stata  la Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, che si celebra il 20 novembre.
Nell’anno scolastico 2016/2017 i giovani stranieri che hanno frequentato le scuole italiane sono stati oltre 826 mila: si è, dunque, registrato un nuovo record storico. Ogni anno in Italia nascono mediamente circa 70 mila bambini e bambine con genitori entrambi stranieri, pari a circa il 15% di tutte le nascite. Inoltre, ogni anno aumentano significativamente i minorenni di origine straniera che ottengono la cittadinanza italiana: secondo gli ultimi dati disponibili, durante il 2016 le acquisizioni di cittadinanza “per trasmissione o elezione” dei minori di 20 anni di età sono state più di 80 mila e hanno rappresentato il 40% del totale (202mila).

I “non accompagnati”

Tra gli “sbarcati” crescono, ma solo in termini relativi, i minori non accompagnati. Sebbene la presenza di minori stranieri nel nostro Paese appaia complessivamente consolidata e ben avviata nei processi di integrazione – afferma la Fondazione -, vi è un segmento di coloro i quali non sono accompagnati da figure familiari e che si trovano in una particolare condizione di vulnerabilità. Nel 2016 sono “sbarcati” in Italia quasi 26 mila minorenni stranieri non accompagnati (pari al 14,2% del totale degli sbarcati di quell’anno), durante il 2017 quasi 16mila (pari al 13,2% del totale degli arrivati via mare nel corso dell’anno) e durante il 2018, fino al 5 novembre, solamente 3.368 (pari al 15,1% del totale degli sbarcati da inizio anno). Anche se in termini assoluti si è registrata una netta diminuzione dei minori stranieri non accompagnati arrivati via mare nel nostro Paese, nel 2018 rimane però in aumento la loro incidenza sul totale degli sbarcati. Quest’ultima è superiore rispetto al biennio passato e, soprattutto, rispetto al 2014 e 2015, quando l’incidenza dei minori stranieri non accompagnati era stata poco più della metà dell’attuale, pari allora all’8% circa. Inoltre, sempre più spesso i minori stranieri non accompagnati giungono in Italia anche tramite altre rotte di tipo terrestre.
Insomma esiste una dinamica dell’immigrazione che va analizzata e affrontata per non fare pagare ai bambini le decisioni degli adulti.

Angela Bruno

Minori stranieri italia – MALPENSA24