RIVOLTA IN CUCINA CON BIGMATCH: “Il derby come un bel piatto di trofie”

rivolta

Paolo Rivolta 

Genoa Samp, il derby della Lanterna, la Superba indossa l’abito delle grandi occasioni.
Non è certo la stracittadina degli anni Novanta, ma il derby a Genova ha sempre il suo fascino.
Da una parte l’allenatore rossoblù che si gioca il futuro sulla panchina genoana, dall’altra Giampaolo cercherà di rientrare nella zona Europa League.

Genoa e Samp in difficoltà

Due squadre non in forma smagliante, ma certamente motivate a fare proprio uno dei derby più belli e affascinante d’Italia. Juric è alla disperata ricerca di una solidità difensiva e del ritorno al gol di Piatek, necessario come l’ultima fetta di pane per fare la scarpetta; Giampaolo con molte più soluzioni punterà sulla voglia di esultanza di Quagliarella, non avendo mai giocato nel Genoa (famoso ormai più che altro per le sue “non esultanze” contro le sue ex squadre, mah).
Nel match saranno certamente anche Criscito e Romulo, giocatori di sicuro affidamento, un po’ come la “focaccia alla genovese”, semplice, banale forse, ma sempre buona.
Maggior fantasia per Giampaolo, tra Defrel, Praet e Saponara, più simile alla focaccia di Recco, con il formaggio, sfiziosa, una vera delizia se gustata in una giornata di sole su una delle panchine della passeggiata “Anita Garibaldi” a Nervi. Le difese il vero punto debole per entrambe le genovesi, troppi gol subiti e rendimento altalenante.

Sorprendente come un piatto di trofie

Insomma questo derby non sarà uno dei più tecnici o spettacolare degli ultimi anni, ma sono certo che ci riserverà delle sorprese, come un piatto di trofie al pesto, che alla vista sembra sempre scontato e banale, ma una volta mangiato il primo boccone, il pesto regala sempre grandi soddisfazioni. Top del match: Piatek, Kouamè, Quagliarella, Praet
Flop del match: Veloso, Saponara. Come gustarsi il derby. Alle 20 scolate le trofie, rimettetele in padella con un filo di acqua di cottura, aggiungete abbondante pesto e mescolate. Impiattate  e gustatevele (senza grana, mi raccomando) con un abbondante bicchiere di vino bianco Pigato doc, magari sulle note di “ma se ghe pensu” e benvenuti al derby della Lanterna.
Buon appetito e buon bigmatch.

Rivolta cucina bigmatch Malpensa24