Siamo Somma annuncia: alleanze nel 2020 per spodestare il centrosinistra

Siamo somma elezioni alleanze

SOMMA LOMBARDO – Nei giorni scorsi si è svolto alla località Canottieri l’annuale ritrovo estivo organizzato dall’associazione Siamo Somma,  unica lista civica d’opposizione. A un anno di distanza dal ritorno alle urne, sono i primi a uscire alla scoperto: alle Amministrative 2020 il loro simbolo ci sarà ancora, ma stavolta all’interno di una vasta coalizione alternativa all’attuale maggioranza di centrosinistra.

Ci saremo nel 2020

A margine della cena molti sono stati gli argomenti discussi per i quali hanno preso la parola i rappresentanti del consiglio direttivo Corrado Martinelli (consigliere comunale), l’ex vicesindaco Piercesare Iametti e Nando Torreggiani. Il presidente Giancarlo Norcini si è fatto portavoce dell’importante decisione dell’Assemblea di voler rinnovare la presenza di Siamo Somma alle prossime elezioni comunali e di delegare il consiglio direttivo per valutarne la fattibilità, «possibilmente stringendo appropriate alleanze».

Le alleanze

Il tema delle alleanze è stato presentato come determinante per raggiungere un buon risultato «ed in questo senso il consiglio si muoverà nelle prossime settimane aprendo ogni possibile consultazione a partire dalle forze politiche più vicine». E’palese che i quattro anni di opposizione hanno avvicinato la lista civica – che nel 2015 tentò la corsa solitaria svincolandosi da ogni partito – alle forze di centrodestra, chiudendo ogni genere di dialogo e tentativo iniziale di collaborazione con la maggioranza di Stefano Bellaria (Pd, Sinistra, Somma al Centro, Somma civica). «Le ragioni della nostra presenza – spiegano da Siamo Somma – vengono evidenziate dalle molte criticità che contraddistinguono l’operato della attuale amministrazione e che vengono regolarmente ricordate anche dal nostro consigliere in aula. E’ ormai acclarato che le nostre proposte vengano sistematicamente e pregiudizialmente cestinate senza attraversare neppure un momento di scambio di informazioni».

Opere pubbliche troppo costose

Siamo Somma ricorda le spese secondo loro troppo elevate per alcune opere pubbliche, la scelta infelice di ridurre l’ampiezza di alcune importanti sedi stradali a fronte di passaggi e marciapiedi che avrebbero potuto avere diversa collocazione, l’idea «sciagurata» di spendere somme elevatissime per dotare il vecchio sottopasso ferroviario di ascensori a scendere «che diverrebbero ricettacolo di ogni sporcizia». Proseguono i vertici della lista civica: «Le nostre proposte, per contro, comprendono un nuovo sovrappasso pedonale e ciclabile, l’allargamento della via Garzonio (anche in funzione della viabilità futura e della nuova rotonda, ora sperimentale, che vorremmo correggere), la sistemazione delle spiagge sul Ticino, il serio recupero di aree pubbliche e private dismesse e molto altro ancora riguardante i resti delle fattorie Visconti e del lascito Aielli».

Siamo somma elezioni alleanze – MALPENSA24