Solbiate Olona, il dubbio di Melis: «Avete fatto la sanificazione nelle scuole?»

solbiate olona melis sanificazione scuole

SOLBIATE OLONA – Alla vigilia del prossimo consiglio comunale di Solbiate Olona, che si terrà venerdì 2 ottobre, l’opposizione di Voce Solbiatese si prepara all’attacco. Presentando 6 interrogazioni all’amministrazione Saporiti. E tra queste c’è anche una questione fondamentale: «la sanificazione delle scuole è stata fatta o meno? Noi qualche dubbio lo abbiamo», sostiene il capogruppo di minoranza, nonché ex sindaco, Luigi Melis.

Nessun documento che attesti la sanificazione

Dallo scoppio della pandemia da coronavirus, i decreti ministeriali prevedono che tutti i plessi scolastici effettuino le sanificazioni degli spazi, per proteggere la salute degli studenti e ridurre i rischi di contagio. «Vogliamo pensare che non sia così, ma sinceramente abbiamo qualche dubbio sul fatto che l’amministrazione di Solbiate Olona l’abbia prevista per le nostre scuole», accusa Melis. «E la ragione è che non ci è stato presentato nessun documento che lo attesti».

E nessuna risposta dalla commissione

Agli inizi di settembre, infatti, i consiglieri di opposizione di Voce Solbiatese hanno partecipato alla riunione della commissione scuola, con i rappresentanti dell’amministrazione Saporiti. «Durante questo incontro abbiamo chiesto se effettivamente la sanificazione fosse stata fatta. Ma ci è stato risposto che non avevano a disposizione nessuna documentazione. Un fatto inspiegabile e soprattutto preoccupante».

Un consiglio infuocato

Ecco allora che il quesito è stato inserito nell’ordine del giorno del consiglio comunale di venerdì 2 ottobre, quando Voce Solbiatese chiederà spiegazioni direttamente al primo cittadino Roberto Saporiti. «Il sindaco è il garante della salute pubblica. E se dovessero verificarsi dei contagi tra i bambini delle scuole, questo si ripercuoterebbe anche sulle loro famiglie e quindi su tutta la comunità».

Il fatto ha lasciato l’opposizione interdetta. «Di tempo ne hanno avuto, quindi troviamo impensabile che ancora non sia stato presentato nessun documento che attesti il loro intervento», conclude Melis. Promettendo poi di interrogare chi di dovere in consiglio sulla questione. Che non sarà l’unica, perché le interrogazioni all’ordine del giorno sono ben 6. «E’ evidente che se ci siamo visti costretti a fare così tante osservazioni, qualcosa non va nel modo in cui stanno amministrando».

Da Più Solbiate fanno però sapere che la questione verrà affrontata in consiglio, dopo il quale arriverà anche la loro risposta.

Solbiate, scontro sui 70 mila euro da dare alla caserma. Melis: «Dimettetevi»

solbiate olona melis sanificazione scuole – MALPENSA