L’Ugl trascina Ryanair in tribunale per condotta antisindacale

Ryanair malpensa rotte

MALPENSA – Si è tenuta nei giorni scorsi al tribunale di Busto Arsizio sezione lavoro la prima udienza che vede contrapposta la compagnia aerea Ryanair al sindacato Ugl. La sigla confederale ha trascinato davanti al giudice la low cost irlandese, presente a Malpensa ormai da tre anni con circa quindici collegamenti operativi, facendo leva sull’ex articolo 28 della legga 300/1970. «Ryanair si ostina a non riconoscerci come sindacato e continua a disattendere le nostre richieste di convocazione sul territorio per un dibattito», spiega il referente provinciale di Ugl Trasporto Aereo, Massimo Legramandi.

Condotta antisindacale

Ryanair ha di recente fatto notevoli aperture al mondo sindacale, ma a giudicare dall’azione legale intrapresa da Ugl c’è ancora molta strada da fare. «Faremo il possibile per rompere il muro della discriminazione sindacale», promette Legramandi. «Siamo un sindacato rappresentativo in tutta Italia, dunque se Ryanair vuole operare in Italia, con noi si deve sedere a parlare. La prossima udienza è stata fissata per il 16 gennaio. Nel frattempo organizzeremo presidi davanti alle basi, a partire da quella di Malpensa, affinché la nostra voce possa arrivare nei luoghi di lavoro. Ci sono un sacco di cose che non vanno bene all’interno di Ryanair e che tutti conoscono. E’ ora di sistemarle. L’azienda non può esimersi dal confrontarsi con noi».

ugl ryanair tribunale – MALPENSA24