Uyba e Futura, fine dei giochi. Farfalle in Champions League

BUSTO ARSIZIO – Dopo pallacanestro, rugby e pallamano, anche la pallavolo annuncia il  game over. Il presidente della Lega Volley Femminile Mauro Fabris (nella foto con il presidente delle farfalle Giuseppe Pirola) in diretta streaming sui canali social della Lega, ha sancito la fine dei campionati di A1 e A2. Resta (sulla carta) ancora possibile l’assegnazione del titolo, ma sull’eventualità tricolore dovrà esprimersi direttamente la Fipav. Tradotto in soldoni la Unet e-work Busto Arsizio, giunta dunque seconda nella regular season al momento della sospensione, nella stagione 2020/21 prenderà parte alla Champions League e alla finale di Supercoppa Italiana, mentre la Futura Volley Giovani disputerà  nuovamente il campionato di A2.

Le parole di Fabris

“Chiederemo alla Federazione di dichiarare conclusa la stagione e dichiarare vincitrice della regular Season Conegliano. Lasciamo alla Fipav la decisione sull’assegnazione dello scudetto, chiediamo anche di non prevedere retrocessioni e applicare la classifica la termine dell’ultima giornata completa (la diciannovesima per la A1, ndr) per definire la partecipazione alle competizioni europee. Nelle prossime settimane verificheremo, anche in base alla decisione della Cev per le Coppe Europee, se si potrà rientrare in campo per concludere la stagione; sei squadre si sono dette disponibili (Conegliano, Monza, Chieri, Novara, Bergamo e Brescia, ndr)”.

I verdetti finali

La prossima stagione, di A1, salvo ulteriori sorprese o defezioni più o meno impreviste, vedrà alla partenza 16 squadre (alle 14 attuali vanno aggiunte Trentino e San Giovanni in Marignano dalla A2). Conegliano, Uyba e Novara parteciperanno alla Champions League, Scandicci alla Coppa Cev, Monza alla Challange Cup. La A2, invece, non vedrà promozioni dalla serie B: pertanto il campionato della Futura Volley sarà, in caso di en plein di iscrizioni, con 18 compagini al via.

Le considerazioni

In A1 solo pensare di mettere da parte il dramma del momento per il desiderio (di alcuni) di apporre sulle maglie uno scudetto stride con il fatto che molte straniere (comprese le farfalle Lowe e Washington) hanno ormai lasciato l’Italia e molte giocatrici (Orro da tempo) e allenatori (Lavarini e Barbolini su tutti) hanno già cambiato casacca.

uyba futura champions league – MALPENSA24