Bar e ristoranti aperti nonostante i divieti: a Varese in sei denunciati dalla polizia

questura

VARESE – Altri tre esercizi commerciali trovati aperti nonostante i divieti imposti dal decreto Conte per il contenimento della diffusione del contagio da Covid-19. Il giro di vite è arrivato a Varese ieri, venerdì 20 marzo. Gli agenti della questura cittadina hanno infatti passato al setaccio le attività commerciali. Tre delle quali sono state trovate aperte nonostante le limitazioni in vigore. In tutto sono state sei le persone denunciate tra titolari degli esercizi e clienti trovati al loro interno.

E’ consentita la sola consegna a domicilio

Nei guai sono finiti i gestori di un pub, di un ristorante e di un piccolo chiosco che vende prevalentemente ombrelli. Le contestazioni spaziano dal mancato rispetto degli orari di chiusura al fatto di essere stati trovati aperti nonostante il divieto imposto in particolare sulle attività di ristorazione che possono effettuare esclusivamente consegne a domicilio con applicazione delle misure di sicurezza previste. Bar e ristoranti non possono essere aperti al pubblico e non possono nemmeno effettuare il servizio di asporto. Per i trasgressori sono scattate denunce e sanzioni come previsto dalle vigenti normative.

varese bar ristoranti aperti – MALPENSA24