Busto, Antonelli chiede aiuto al Pd per il sottopasso e attacca il sindaco di Varese

busto antonelli pd varese

BUSTO ARSIZIO – «I lavori del sottopasso di Sant’Anna partiranno entro febbraio prossimo, così non rischiamo di perdere i soldi stanziati dal governo. Che sono a bilancio. Per questo ho chiesto aiuto anche al mio amico Valerio Mariani». Emanuele Antonelli assicura che l’opera è pronta a partire. Però cambia atteggiamento sul rapporto con il nuovo governo giallorosso.

La richiesta d’aiuto al dem Mariani, annunciata in consiglio comunale, suona infatti come una marcia indietro rispetto a quanto sostenuto polemicamente qualche giorno fa. Quando il primo cittadino aveva espresso grosse perplessità sul fatto che il governo di centrosinistra potesse “dare una mano” alla città di Busto governata dal centrodestra in tema di finanziamenti. Posizione alla quale il presidente del consiglio aveva risposto a tono.

Antonelli – Pd: contatto stabilito

Lo stesso Mariani, a fine consiglio, ha confermato di aver ricevuto una telefonata dal primo cittadino proprio a proposito del finanziamento governativo per il sottopasso. «E ho ribadito al sindaco che quello dei finanziamenti al territorio non è una questione di colore politico. Gli ho dato la mia massima disponibilità ad aprire un dialogo con il sottosegretario del ministero e mi sono già attivato anche con il senatore Alessandro Alfieri ricevendo i primi input positivi. Vorrei però ribadire che se Busto perde quei soldi non è colpa del Pd, ma dell’amministrazione che ha “in pancia” quei soldi da ben 13 anni». E per la precisione si parla di 2 milioni e 850 mila euro, ai quali vanno aggiunti 1 milione e 45o mila euro di avanzo vincolato degli oneri di urbanizzazione. La cui somma è destinata alla realizzazione del sottopasso.

Pace e guerra

Il sindaco però fa tutto da solo: chiude la polemica sui finanziamenti “targati” Pd con Mariani e pochi minuti dopo la riapre rispondendo all’intervento del consigliere Massimo Brugnone e riproponendo la tesi che “quando a Roma comanda il centrosinistra, per le amministrazioni di centrodestra ci sono solo porte in faccia”. Brugnone aveva appena ricordato che Renzi quando era nel Pd e al governo ha portato a Busto i soldi per la stazione e per le scuole.

L’attacco al sindaco di Varese

«Fino a poche settimane fa dialogare con il governo era semplice e venivo ascoltato. Come sulla caserma, è bastato chiamare il sottosegretario della Lega Stefano Candiani per risolvere l’annosa questione. Adesso con i vostri non potrò più parlare ed essere ascoltato. Ora starò a vedere se voi riuscite ad aprire quelle porte. Cosa che io non riesco a fare. Io con quelli del vostro governo non riesco a parlare». E Antonelli a dimostrazione di questa difficoltà rispolvera la vicenda dei 10 milioni di euro che il governo Renzi aveva destinato  all’interno del Patto per la Lombardia. «E che il sindaco di Varese Davide Galimberti ci ha scippato. Quei soldi erano destinati per tutta la provincia di Varese e quindi anche per Busto. Invece il sindaco del Pd li ha tenuti tutti per sé».

busto antonelli pd sindaco varese – MALPENSA24