Casorate, la dirigente scolastica: «Alla Milite Ignoto ci sono rischi da rimuovere»

Casorate milite ignoto rischi

CASORATE SEMPIONE – Torna al centro dell’attenzione la sicurezza della Milite Ignoto, la secolare scuola primaria di Casorate Sempione. Cinque anni di dibattito – iniziato dopo una crepa apparsa nel pavimento dei bagni – e centinaia di migliaia di euro spesi in lavori non sembrano avere eliminato ogni rischio dalla struttura. Lo scrive la dirigente scolastica, Maria Elena Tarantino, in una lettera inviata all’amministrazione comunale lo scorso 26 marzo (ma resa noto soltanto ora) sollecitando interventi definiti «urgenti» per la «rimozione dei rischi».

La lettera della dirigente

«Con la presente – scrive la dirigente scolastica nella lettera – si comunica l’urgenza di un intervento per: controllo allarme in quanto, una volta inserito dai collaboratori scolastici al termine del loro servizio, continua a suonare; sistemazione chiusura della porta d’ingresso in quanto continua ad aprirsi; riparazione tapparella dell’aula posta al piano terra (classe 1^A) in quanto è rotta e rimane completamente abbassata; messa in sicurezza della pietra, scoperta dopo i lavori di ristrutturazione nel cortile esterno della scuola sul muro adiacente alla mensa, in quanto risulta non fissata e pericolante». A quanto si apprende, dunque, la scuola elementare è facilmente accessibile anche per i malintenzionati e ha delle criticità che possono mettere a repentaglio l’incolumità degli studenti. Niente male per una struttura che accoglie bambini dai 6 ai 10 anni.

Un’interrogazione urgente

Dal Partito democratico, primo partito d’opposizione, fanno sapere che depositeranno un’interrogazione urgente chiedendo al sindaco Dimitri Cassani di fare piena luce su quanto sta accadendo all’interno della Milite Ignoto. «Quando eravamo noi in amministrazione dicevano che la scuola era sicura e che noi raccontavamo balle», spiega il capogruppo dem Tiziano Marson. «Dopo quattro anni in cui loro mettono mano all’edificio scopriamo dalla lettera della dirigente che ci sono ancora dei rischi da rimuovere. Ma come li hanno fatti i lavori? Nel frattempo, dopo aver accusato noi di mettere troppi soldi a bilancio per la Milite Ignoto anziché pensare alla realizzazione di una nuova scuola, veniamo a scoprire che hanno speso quasi 70mila euro per rifare 15 metri di muro di cinta».

Casorate milite ignoto rischi – MALPENSA24