Basket, coach Gambaro: “Gallarate in finale: abbiamo lavorato per questo”

Gallarate Basket Stefano Gambaro
Stefano Gambaro, coach della Esse Solar Gallarate

GALLARATE – Missione compiuta per la Esse Solar Gallarate. L’obiettivo del presidente Thomas Valentino era quello di vincere e coach Stefano Gambaro ha puntualmente rispettato la consegna, conducendo la sua squadra in finale. Ma il lavoro deve essere ancora completato e il bello deve arrivare nella finale contro l’Olimpia Lumezzane.

Le aspettative di inizio anno

Le aspettative erano altissime, lo sapevamo quando abbiamo incominciato la stagione. Poi arrivare ad una finale è sempre difficile, con tutte le problematiche che si incontrano lungo la strada, in primis gli infortuni. Il livello del campionato di C Gold di quest’anno è molto elevato. Le ambizioni ce le avevano le quattro finaliste, ma anche le altre squadre che alla finale non sono riuscite ad arrivare. A Gallarate mi hanno accolto molto bene sin da subito e tutt’ora mi sento parte di un progetto molto importante. E’ bello allenare con una base amplia come quella dell’Hub del Sempione e con una ambizione così elevata. La società ci ha sempre sostenuto anche nei momenti di difficoltà.

Il momento top e il momento flop della stagione

Abbiamo intrapreso un percorso di qualità. La Esse Solar Gallarate è sempre stata là in alto, al primo posto o giù di lì e questo vuol dire che abbiamo lavorato bene. Abbiamo incontrato momenti di difficoltà soprattutto con le sconfitte sui campi di Saronno e della Pallacanestro Milano. Siamo orgogliosi di aver fatto percorso netto nella nostra palestra di via Sottocosta: il pubblico si è fatto sentire e tutti ci hanno dato una bella spinta, dagli Indomabili agli spettatori più distinti. Il momento flop è stato probabilmente il k.o. di Saronno: al PalaRonchi abbiamo perso male, in pratica senza mai giocare, pur da primi in classifica. Il momento top direi che è stata la settimana contro Iseo e Olimpia Lumezzane: due vittorie che probabilmente sono state determinanti per farci arrivare primi nella poule gold.

Il clima all’interno della squadra

La squadra ha tante individualità importanti, molto diverse da loro, anche per un fattore anagrafico. Non è mai facile per i giocatori accettare rotazioni lunghe, però devo dire che abbiamo sempre creato un clima costruttivo all’interno anche dopo le sconfitte. La società ha sempre sostenuto lo staff tecnico e gli allenatori lavorano sempre per fare le scelte migliori a favore della squadra. Questo i giocatori l’hanno capito e tutti insieme siamo arrivati al primo posto in regular season e a giocarci la finalissima. Mica male direi. Ma dobbiamo ancora completare il percorso.

Gallarate Basket Stefano Gambaro – MALPENSA24