Gallarate, nascondeva droga anche nell’armadietto dell’ospedale

busto droga domiciliari

GALLARATE – Il manutentore arrestato qualche giorno fa per spaccio, la droga non la teneva solo in casa e già confezionata in dosi pronte allo smercio. Ma perfino nell’armadietto dell’ospedale di Gallarate. E’ quanto emerso dagli accertamenti delle forze dell’ordine che sono continuati anche dopo l’arresto del cinquantanovenne.

L’inquietante notizia è riportata oggi, martedì 20 novembre, dal quotidiano La Prealpina. Si aggrava così la posizione dell’uomo arrestato qualche giorno fa dai carabinieri e originario di Matera. Su di lui ora gravano anche pesanti sospetti sul fatto che smerciasse droga anche al Sant’Antonio Abate. La perquisizione sul posto di lavoro dell’arrestato è stata condotta dai militari i quali hanno trovato in una stanza destinata a all’area tecnica un grammo e mezzo di cocaina suddivisa in dosi e pronta per essere smerciata, alcuni bilancini e sostanze per tagliare la droga. Secondo le testimonianza raccolte dai carabinieri solo il manutentore aveva le chiavi d’accesso a quello stanza. Ieri pomeriggio gli uomini dell’Arma hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare richiesta dal pubblico ministero Susanna Molteni ed emessa dal gip Nicoletta Guerrero.

L’uomo era già stato arrestato lo scorso 10 novembre, quando a seguito di quanto raccontato da alcuni fonti, gli vennero ritrovati in casa 120 grammi di hashish e 40 grammi di cocaina già suddivisi in dosi. Oltre alla droga saltarono fuori anche armi: due pistole semiautomatiche prive di matricola, una pistola giocattolo modificata in una vera e propria arma da sparo. Oltre oltre duecento proiettili di svariati calibri.

 

gallarate droga ospedale – MALPENSA24