Grazie Mario! La Pro Patria saluta Santana, un fuoriclasse d’altri tempi

pro patria festa speroni

BUSTO ARSIZIO – Dal 16 gennaio 2016 al 1 luglio 2019: l’avventura in biancoblù di Mario Alberto Santana, il fuoriclasse argentino portato a Busto Arsizio dall’amico Michele Ferri, è giunta purtroppo al capolinea. Fra Marito, il campione silenzioso che ha messo a disposizione il suo infinito talento per la causa tigrotta, e la Pro Patria, la società che aveva convinto l’ex Palermo, Chievo e Fiorentina a rimettersi gli scarpini ai piedi per continuare ad insegnare calcio, la favola è arrivata inevitabilmente al the end. A Marito, che ad agosto diventerà nuovamente papà, il grazie di tutto il popolo biancoblù.

La lettera della società

Aurora Pro Patria 1919 comunica che non proseguirà il rapporto tra la Società e il calciatore Mario Alberto Santana.
Pro Patria e Santana, 1245 giorni insieme indimenticabili.
Arrivato nel gennaio 2016, Mario, dopo una carriera di altissimo livello, ha deciso di sposare i colori biancoblu.
Un punto di riferimento, un esempio, fino a diventare un grande capitano.
Il nostro Capitano ha saputo emozionare, divertire, unire.
Con i suoi dribbling, le sue finte, le sue giocate sopraffine, ha fatto impazzire gli avversari, con la sua classe ha deliziato lo “Speroni“, con la sua umiltà si è distinto come uomo e calciatore straordinario.
Protagonista della cavalcata che ha riportato la Pro nei professionisti, simbolo del glorioso Scudetto di Serie D, idolo dei tifosi, storico capitano del Centenario biancoblu.
106 presenze, 34 gol.
I numeri certificano solo parzialmente la grandezza di un Campione entrato di diritto nella storia del Club.
Le porte dello “Speroni” saranno sempre aperte per te Mario.
GRAZIE DI TUTTO!

Mario Santana Pro Patria – MALPENSA 24