Induno Olona, quasi 5 milioni di euro per cantieri e progettazioni nel 2021

Induno Olona

INDUNO OLONA – Oltre un milione di euro di risorse aggiuntive è il risultato della variazione di bilancio approvata dall’ultimo consiglio comunale di Induno Olona. L’importo va ad aggiungersi agli altri fondi già previsti, portando ad un totale di quasi 5 milioni per cantieri e progettazioni nell’anno in corso. Il sindaco Marco Cavallin intanto fa il punto sui lavori già iniziati e quelli imminenti.

4,7 milioni per le opere pubbliche

La variazione di bilancio a cui l’assemblea civica ha dato l’ok permette dunque di liberare ulteriori risorse per un milione di euro da destinare a opere pubbliche, di cui 719mila sono versati da Rfi come compensazione per i disagi del cantiere ferroviario. L’importo va ad aggiungersi a quanto già messo a bilancio nel 2021 e a 1.900.000 euro già presenti nel Fondo pluriennale vincolato, cioè fondi stanziati in passato per opere oggi in progettazione e/o in corso di esecuzione. «Questo – commenta il primo cittadino – vuol dire che complessivamente a Induno Olona quest’anno ci sono in ballo cantieri e progettazioni per ben 4,7 milioni di euro, una cifra davvero rilevante».

Il punto del sindaco

Quindi Cavallin fa il punto delle opere in corso e dei progetti che partiranno a breve. «Stiamo lavorando al rifacimento della piattaforma ecologica, interverremo sugli edifici scolastici, siamo alla finitura del parco della stazione, amplieremo la rete di video-sorveglianza, stiamo sistemando il Centro Sociale ‘Rebelot’ ed è partito il progetto del parcheggio in frazione Olona». Per quanto riguarda invece le asfaltature nel 2021 saranno realizzati interventi per oltre 600mila euro complessivi. «Grazie alla variazione approvata – aggiunge il sindaco – abbiamo anche messo risorse per ampliare la possibilità di lavorare con ditte esterne, in modo da fronteggiare al meglio la situazione delle manutenzioni».

Aiuti alle attività

«Mi piace sottolineare l’attenzione che abbiamo mantenuto sul settore dei servizi alla persona – continua Cavallin – e sul fatto che questo bilancio prevede una somma rilevante, circa 120mila euro, destinata a sgravi fiscali per le categorie economiche e produttive del paese, come aiuto per superare la crisi derivata dalla pandemia. Voglio esprimere tutta la mia soddisfazione per un documento contabile costruito come sempre e più di sempre guardando agli interessi e ai bisogni concreti della collettività indunese».