La Pro Patria anticipa la Pasqua e sbanca anche il “Moccagatta”: serata grigia per l’Alessandria

ALESSANDRIA – Nella trentaseisima giornata di campionato del girone A di serie C, la diciassettesima di ritorno, la Pro Patria porta a termine l’ennesimo capolavoro stagionale, violando d’autorità lo stadio “Moccagatta” di Alessandria col risultato di 1-2. Benché reduci reduci dall’appagante vittoria di prestigio contro la capolista Entella, i tigrotti di Javorcic – rivelatosi ancora una volta magistrale nella gestione del gruppo, con l’undici iniziale rinnovato quasi in toto – riescono a vincere e convincere anche nel giovedì Santo di campionato, facendo un bel regalo di Pasqua ai tanti tifosi biancoblù presenti in Piemonte. Fietta in avvio di match e Gucci (nella foto) in avvio di ripresa (nel mezzo il momentaneo pari di Santini su rigore) mettono le firme sulla celestiale serata biancoblù, in cui c’è spazio anche per un palo dell’ottimo Disabato e per un gol regolarissimo annullato a Gucci.

Terminal

0-1 (04′) – Sugli sviluppi del primo calcio d’angolo del match, Le Noci lascia partire un traversone teso che, complice il velo di Disabato, trae in inganno il portiere dei grigi Cucchietti, trovando Fietta sul palo più lontano al tap-in vincente. Il vantaggio dei bustocchi porta a 13 le reti stagionali di Le Noci, secondo miglior cannoniere del girone.

1-1 (07′) – Neanche il tempo di esultare che l’urlo di gioia dei tifosi bustocchi presenti al “Moccagatta” viene subito strozzato: a seguito di un contatto in area fra Zaro e Santini, l’arbitro opta per il penalty. Dagli undici metri lo stesso Santini spiazza Tornaghi ripristinando immediatamente il pari.

1-2 (51′) – Dopo un palo di Disabato nel finale di un primo caratterizzato allo scadere da un gol inspiegabilmente annullato a Gucci, in avvio di ripresa è lo stesso Gucci a rifarsi del torto subito, insaccando in rete di testa il cross di Disabato

Check in

Cambiano gli interpreti (ben 8 novità rispetto all’undici di partenza in grado di mettere in scacco la regina Entella), ma la Pro di Javoricic non si snatura mai, rivelandosi sempre gagliarda e tosta. Gagliarda come Donato Disabato, in grado di lasciare il suo impatto nel match mettendoci lo zampino su entrambi i gol (velo e assist al bacio); tosta come Niccolò Gucci, bravo a non abbattersi per l’incredibile torto subito e a riscattarsi subito in avvio di ripresa con il nono gol stagionale, dopo un periodo difficile per l’infortunio.

Check out

L’ottimo approccio con cui i tigrotti sono scesi in campo al “Moccagatta”, aggredendo subito i grigi dell’ex Colombo e trovando con merito il gol del vantaggio, è stato però vanificato troppo in fretta, neanche 180 secondi dopo. Santini – intendiamoci – ha usato tutto il suo mestiere per ottenere il massimo, ma la Pro nell’occasione si è fatta trovare distratta. Ma il più distratto, per non dire altro, è stato l’arbitro Feliciani che, allo scadere del primo tempo, ha visto (purtroppo solo lui…) un inesistente controllo di braccio di Gucci, annullando alla Pro Patria un gol regolarissimo.

Boarding

Alessandria-Pro Patria: 1-2 (1-1)
Reti: 4′ Fietta, 7′ rig. Santini, 51 Gucci
US ALESSANDRIA 1912 (3-4-1-2): 22 Cucchietti; 14 Sbampato, 24 Gazzi, 3 Agostinone (9′ s.t. 23 Panizzi); 25 Gemignani, 10 Maltese, 21 Bellazzini (9′ s.t. 20 Checchin), 19 Badan (17′ s.t. 11 Sartore); 26 Tentoni (27′ s.t. 30 Rocco); 7 Santini, 16 Akammadu (9′ s.t. 9 De Luca). A disposizione: 1 Pop, 5 Zogkos, 6 Delvino, 13 Gerace, 15 Gjura, 17 Usel, 18 Coralli. All. Colombo.
PRO PATRIA 1919 (3-5-2): 1 Tornaghi; 5 Molnar, 19 Zaro, 18 Lombardoni; 27 Cottarelli (36′ s.t. 20 Mora), 13 Gazo (20′ s.t. 21 Colombo), 16 Fietta, 8 Disabato (20′ s.t. 24 Pedone), 25 Sane (44′ s.t. 3 Galli); 10 Le Noci (20′ s.t. 11 Santana), 9 Gucci. A disposizione: 12 Mangano, 2 Marcone, 7 Parker, 15 Boffelli, 17 Mastroianni. All. Javorcic.
ARBITRO: Ermanno Feliciani di Teramo (Francesca Di Monte della Sezione di Chieti e Marco Vitale della Sezione di Ancona).

From to… Speroni

Dopo Pasqua e Pasquetta, la Pro Patria torna in campo (forse per l’ultima gara casalinga della stagione, ma a questo punto non poniamo limiti, sicuramente per l’ultima interna in regular season) sabato 27 aprile (ore 16.30) allo “Speroni” contro il Pisa, in una gara che evoca grandi ricordi con quell’indimenticabile rimonta da 0-2 a 4-2 con tripletta di Temelin e ciliegina di Tramezzani. Nel match d’andata i tigrotti di Javorcic espugnarono l’Arena Garibaldi grazie ad un rigore di Santana ed un eurogol di Mora.

Pro Patria Pasqua Alessandria – MALPENSA 24