Maga portoghese arrestata a Malpensa: trasportava cocaina. Incastrata da Banny

malpensa maga cocaina

MALPENSA – I finanzieri del Gruppo di Malpensa, in collaborazione con il personale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, hanno arrestato una cittadina portoghese che ha tentato di importare 5 chili di cocaina contenuta in 233 ovuli. Il servizio è iniziato grazie al fiuto del cane antidroga Banny, pastore tedesco di 7 anni, durante i controlli ai “toboga“ – così vengono chiamati i nastri di smistamento dei bagagli subito dopo essere stati scaricati dall’aereo. Nella zona di distribuzione bagagli infatti l’unità cinofila ha segnalato, con insistenza, un bagaglio appena scaricato da un volo proveniente da Dakar.

malpensa maga cocaina

Cinque chili di cocaina in pancia

I militari hanno così individuato la passeggera titolare della valigia al momento del ritiro nella sala arrivi dell’aeroporto. La donna, dopo un primo controllo documentale, è stata identificata come una cittadina portoghese di 45 anni da tempo residente a Lisbona. Alle prime domande dei militari, ha riferito di essere una “maga” professionista e che trasportava esclusivamente effetti personali e cibo in quanto avrebbe trascorso qualche giorno di vacanza nel milanese. Data la precedente segnalazione di Banny e gli evidenti segni di confusione e timore nel rapportarsi con i finanzieri, veniva effettuata una più accurata ispezione del bagaglio. All’interno della valigia venivano rinvenuti sacchi contenenti generi alimentari e materiale probabilmente utilizzato per esibizioni e riti magici (tra cui pietre e materiale di natura argillosa) mischiati con ovuli di varia forma e dimensione. Dall’esame speditivo del materiale trasportato venivano selezionati 233 ovuli di droga, per un peso complessivo di 5 chili di cocaina.

La maga accompagnata in carcere

Si è proceduto, pertanto, al sequestro del carico di sostanza stupefacente e, su disposizione del sostituto procuratore presso della Repubblica di Busto Arsizio, Martina Melita, all’arresto e all’accompagnamento in carcere. L’operazione evidenzia la costante attività di controllo effettuata dalla Guardia di Finanza nell’ambito delle funzioni stabilmente affidate all’Istituzione quale organo di polizia giudiziaria a competenza generale, che contrasta in ogni modo l’introduzione nel territorio delle Stato di ingenti quantitativi di droga.

malpensa maga portoghese cocaina – MALPENSA24