Non chiedo scusa a Uto Ughi

ughi maffioli busto

Gentilissimo Direttore,
sono venuta a conoscenza dalle pagine dei giornali, tra i quali anche il vostro, della consegna del premio “ROSA CAMUNA”  al Maestro Uto Ughi, al quale faccio i miei più sentiti complimenti.
Ritengo che Busto Arsizio annoveri personaggi di grande rilievo e importanza, premiati e non, in tutti i campi dalla musica, alla medicina, alla letteratura, allo sport e alle capacità imprenditoriale ecc. ecc.
Mi fa molto piacere che il nostro Assessore Manuela Maffioli, sia stata  presente alla premiazione al grattacielo della Regione Lombardia e che la stessa si sia complimentata a nome di tutti noi con questo artista, sicuramente degno di nota, che ha ricevuto i natali nella nostra città.
Detto questo mi dovete spiegare perché, io come cittadina di Busto Arsizio, dovrei chiedergli scusa come dichiara la dottoressa Maffioli a Malpesa24, per che cosa ? quale sgarbo posso avergli fatto ? dove posso averlo offeso ?
Non conosco i rapporti che ha avuto il maestro Ughi con l’Amministrazione Comunale, se hanno avuto delle incomprensioni o dei dissapori, sta di fatto che tutto ciò non mi riguarda come cittadino, se ci devono essere delle scuse le faccia chi deve e non coinvolgiamo la cittadinanza in fatti non pertinenti e a mio parere ridicoli. Uto Ughi ripeto è sicuramente un grande artista,  se vuole o meno essere riconosciuto come Bustocco  è solo un problema suo, noi come cittadini ne abbiamo abbastanza dei nostri.
Un grande uomo si riconosce non solo dalle sue capacità artistiche o da un dono che il Padre Eterno gli ha dato, ma anche da come vive e si relaziona con i suoi simili, senza arroganza e supponenza ma con molta umiltà che farebbe un pò bene a tutti.
Quindi lasciate stare i cittadini di Busto Arsizio che non hanno nessuna intenzione di chiedere scusa a chi che sia, senza neanche conoscere il motivo, ma soprattutto senza aver fatto nulla di male.

Anna Colombo

Ughi maffioli busto – MALPENSA24