Parco dell’Alto Milanese, lasciate stare gli animali a casa loro

parco altomilanese animalisti cacciatori

Buongiorno,

scrivo in risposta al presidente del Consorzio Carlo Bianchi in merito alle sue intenzioni per ristabilire in ordine il Parco Alto Milanese. Sono molto contenta per le buone intenzioni per la pulizia da discariche abusive e quelle create giornalmente da persone, ma mi trova in disaccordo sul discorso animali.

Premetto che qui parliamo di animali selvatici, nati e cresciuti in un posto che per loro deve essere casa senza aver paura di nessuno. È la natura. Io non vado a disturbare a casa di altre persone. Non mi accorderò mai con i cacciatori, i quali uccidono anche senza permesso divertendosi a far allenare i propri cani. Lì c’è il divieto eppure gli spari si sentono ancora, quindi lasci perdere gli animali sovrani di quella terra e pensi a mettere in sicurezza piuttosto, visti i vari assassinii commessi nei confronti di queste povere creature.

Per quanto riguarda gli animali d’affezione impiccati, chissà da chi?, forse non andavano più bene… La colpa è solo umana. Mettete più telecamere e più sicurezza, più divieti con sanzioni ma lasciate perdere gli animali! Pensate alle radici delle colture… Iniziate a pensare alla sporcizia, che secondo me è in primis la cosa giusta da fare. Cerchiamo di farlo diventare un parco pulito, col rispetto della natura e di chi ci abita.

Stefania Caiafa
Presidente Meta Milano

Iniziative per le famiglie e più sicurezza per “guarire” il Parco Alto Milanese

parco altomilanese animalisti cacciatori – MALPENSA24