Quote rosa Pro Patria, bollino rosso Vicenza: quando il calcio perde la misura…

pro patria vicenza calcio

La Pro Patria – impegnata in questi giorni a preparare la trasferta di domenica (ore 14.30) ad Olbia dopo il 2-1 casalingo con la Pistoiese – si rivela sempre più femminina, con la società biancoblù che ha aperto le porte dello “Speroni” al calcio femminile; ma la serie C continua a regalarci perle di cui, francamente, ne faremmo volentieri a meno: l’ultima, in ordine di tempo dopo il vile agguato di Lucca contro tre tifose dell’Arezzo, si è verificato a Vicenza, dove l’idea (magari anche originale) di sostituire i tradizionale raccattapalle con delle pallavoliste è scaduta nel cattivo gusto, a causa di un succinto abbigliamento, inadeguato per delle minorenni.

Allo “Speroni” open day calcio femminile

La società bustocca di via Ca’ Bianca ha rilanciato il proprio impegno per il calcio femminile, ufficializzando due appuntamenti allo stadio “Speroni” (sabato 22 settembre e sabato 6 ottobre, dalle ore 17 alle ore 19) con gli open day, riservati a bambine e ragazzine (under 12) interessate a divertirsi col pallone, per diventare a tutti gli effetti delle tigrottine della Pro Patria.

Vicenza baby raccattapalle hot

Il nuovo corso del Lanerossi Vicenza Virtus di Renzo Rosso, griffato Diesel, continua a far discutere, nel bene (gli abbonamenti vanno verso quota 7000, contro i nemmeno 400 della Pro Patria), ma anche nel male. E non ci riferiamo al passaggio estivo da Bassano a Vicenza (con la fine del Bassano Virtus 55 Soccer Team), né tanto meno alla contestata acquisizione del ramo d’azienda del defunto Vicenza Calcio, bensì alla scelta di sostituire i tradizionali raccattapalle con delle raccattapalle. Fin qui niente di male, se non fosse che le raccattapalle in questione, vale a dire le 16enni pallavoliste di una formazione giovanile dell’Athena Volley (altra società del patron Rosso), sono state mandate a bordo campo con un abbigliamento minimal: aderente t-shirt gialla (completamente aperta sulla schiena) e short a dir poco succinti (la foto – da corrieredelveneto.it)
Trattandosi di minorenni, una scelta di cattivo gusto, per non dire davvero altro.

pro patria vicenza calcio  – MALPENSA 24